MilanoPost Trattori a Milano davanti alla Regione

Gli agricoltori protestano, la Regione promette un incontro. Fontana “Stiamo con loro”

Lombardia

Manifestazione degli agricoltori e allevatori lombardi, convinti che anche la Regione possa intervenire per la soluzione dei problemi creati in sede europea.

Fontana si schiera immediatamente con le loro ragioni e li invita per un incontro.

Abbiamo chiesto un incontro per poter esporre i nostri problemi. Vi sono dei problemi che le Regione può risolvere, non sono a Bruxelles o a Roma. Loro facciano un piccolo passo, noi tra un mese dobbiamo seminare ma non sappiamo ancora cosa seminare. I concimi, le sementi stanno rincarando per una situazione internazionale che tutti conoscono. Vogliamo decidere che cosa seminare quest’anno e non aspettare di seminare una cosa e poi perdere soldi ancora perché ne potevamo seminare un’altra” lo ha riferito Alberto Oldani, rappresentante degli agricoltori che ieri pomeriggio hanno raggiunto il Pirellone con i trattori, e produttore di riso.

“Vogliamo che siano risolti i problemi e che affrontino i pagamenti della PAC 2022-2023. Qui c’è gente che ha pagato le fatture da sei mesi, un anno, e non ha ancora preso un soldo” ha continuato. “Avremo un incontro a livello regionale con delle proposte nero su bianco in cui valuteranno se possono risolverle” e, se non potranno risolverle, ha concluso “andremo avanti”. Al presidio sono arrivati anche diversi consiglieri regionali che hanno ascoltato le richieste degli allevatori. Tra loro Carlo Bravo, vicepresidente di FdI della Commissione VIII (Agricoltura, montagna e foreste), Pietro Macconi consigliere FdI della commissione, Christian Garavaglia, capogruppo FdI in Consiglio regionale, Silvia Scurati, consigliere della Lega, Nicola Di Marco, capogruppo M5S e Carlo Borghetti e Simone Negri del PD. “Abbiamo chiesto loro di vederci settimana prossima – ha detto il capogruppo FdI Christian Garavaglia -. Come Regione Lombardia ci rendiamo disponibili ad avere un confronto. Con le cooperative abbiamo chiesto di vederci in commissione prossima settimana, e riferiremo anche all’assessore competente all’agricoltura Alessandro Beduschi.

Regione Lombardia esprime tutta la vicinanza agli agricoltori che stanno manifestando il loro disagio. In questi anni le politiche comunitarie hanno penalizzato il settore, imponendo vincoli sempre più soffocanti che hanno portato alla riduzione della produzione di cibo e alla chiusura del 30% delle aziende agricole in Italia. Contrastare l’agricoltura significa non solo mettere sulle nostre tavole prodotti meno controllati, ma anche consegnare il territorio all’abbandono e al rischio idrogeologico”. Lo affermano il presidente della Regione, Attilio Fontana, e l’assessore regionale all’Agricoltura e Sovranità alimentare, Alessandro Beduschi.
Nell’evidenziare che la Lombardia è “la prima regione agricola italiana per valore del suo sistema agroalimentare” Fontana e Beduschi sono convinti che “l’Europa debba modificare le proprie politiche, mettendo il settore primario al centro della programmazione e degli sforzi economici dell’Unione, nell’interesse non solo degli agricoltori, ma di tutti”. “La Lombardia – concludono – continuerà a lavorare ogni giorno, accanto al Governo, per stare dalla parte di un comparto fondamentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.