MilanoPost guerra o pace

I racconti di Capitan U 1947: Guerra o pace … chi ha torto e chi ha ragione, più o meno.

I racconti di Capitan U 1947 Video

Nel racconto scorso avevo sollecitato i politici, in particolare il Presidente del Consiglio Meloni, a riunirsi in Parlamento e a chiarirsi tra di loro una volta per tutte sui vari temi di discordia, a cominciare dal fascismo, o ombra nera più volte paventato, al comunismo ideologico più estremo. Li avevo pregati di impegnarsi a riportare un po’ di serenità negli animi loro e nostri, sempre sotto pressione per le continue dispute. Ma “risposte” non mi sono arrivate e l’odio e la discordia hanno imperversato raggiungendo l’apice nei vergognosi fatti di Vicenza relativi al corteo indetto dai Centri Sociali contro Israele. Mi è parso un evento assurdo e ho avvertito il peso della delusione nel rendermi conto di aver disperso ancora una volta le mie parole al vento senza che alcuno ne cogliesse una. Sono stanco, amici, e con l’energia agli sgoccioli, per cui ho deciso che questo sarà il mio ultimo racconto con conseguente tavolo di confronto e discussione finale: sono sessant’anni che parlo di pace provando a suggerire ciò che non funziona o che potrebbe essere migliorato … ma forse, facendo così ho giudicato anch’io concorrendo, involontariamente, non a rappacificare ma ad alimentare ulteriore rabbia e rancore.

È vero, bisogna imparare ad amare senza pretendere nulla in cambio. D’ora in avanti mi limiterò a racconti e canzoni dove amore e armonia siano sempre il tema conduttore, almeno ci proverò. La vita mette sempre ognuno di noi alla prova e ci pone spesso di fronte a un bivio dove non sempre uno è in grado di scegliere la direzione giusta. Oggi vi saluto con una canzone che scrissi e pubblicai nel 1985, tratta dall’album “Per le strade del Mondo”, dal titolo “Più o meno”. Mi avvicinavo alla quarantina, l’estate della vita stava lasciando il posto all’autunno e per me era il tempo delle prime riflessioni nel ripasso del percorso che mi aveva condotto alla maturità, una specie di riassunto e di autocritica.

Ho parlato all’estate in libertà e l’autunno è già qua,

mi ha portato i momenti di un’età quando un uomo si fa

nel riassunto di tante cose, nel confronto fra spine e rose

io mi fermo e mi accorgo che …

Più o meno e più o meno e più o meno 

ho vissuto la mia vita,

se ho sbagliato ho pagato ogni errore …

E più o meno e più o meno e più o meno

forse più e forse meno, oppure più o meno.

Ho esagerato in amore anche perché io fossi pronto per te

un amico, un compagno e un po’ di più, insomma un grande amore

e se poi non ci son riuscito e malgrado io ti ho tradito 

mi giustifico e penso che ….

Più o meno, più o meno, più o meno ho vissuto la mia vita,

se ho sbagliato ho pagato ogni errore …

E più o meno e più o meno e più o meno

forse più e forse meno, oppure più o meno, più o meno più o meno …

e più o meno …

… fine …

Capitan U 1947

(alias Umberto Napolitano)

18 thoughts on “I racconti di Capitan U 1947: Guerra o pace … chi ha torto e chi ha ragione, più o meno.

    1. Grazie a te, Ira. È quello che cercherò d’ ora in avanti di offrire, contrapponendo alle cattiverie … un sorriso

  1. Purtroppo Umberto regna l’indifferenza più totale nella classe politica, ci ascoltano difficilmente o se lo fanno per farsi la bella faccia davanti, però poi dietro, non gli importa più nulla e sono sempre lì ad azzuffarsi per ogni problema, anche banale.
    L’importante far valere il nostro buon senso e cercare “più o meno” di andare d’accordo tra noi cittadini italiani e stranieri.

    1. Caro Andrea, la loro indifferenza alle nostre esigenze si sta trasformando in indifferenza nostra alle loro gazzarre. Continuando così, il loro fastidioso gracidare gli si rivoltera’ contro inesorabilmente portandoli all’ autoestinzione … forse più o forse meno, oppure più o meno, ma non sarà colpa nostra avendo ricambiato fino ad ora con pazienza, speranza e ❤️

  2. Grande CapitanU
    Le tue parole non sono mai disperse per noi che ti seguiamo, sono solo rivolte a persone sorde che hanno come unico scopo delegittimare in ogni modo gli avversari. Fascismo o no si troverà sempre qualcosa di negativo per una battaglia già persa come esseri umani

    Un abbraccione

    1. MAI grande come te Fernando che dedichi la tua vita e quella della tua associazione Pro Tetto ai più deboli, ai dimenticati, agli invisibili. Tu sei l’esempio chiaro a conferma del mio pist di oggi: alle chiacchiere di certe istituzioni sorde e arroganti tu rispondi offrendo sostegno certo e tanto, tanto amore.GRAZIE

  3. Purtroppo ribadisco che l’Italia è divisa in due da quasi 80 anni e una parte politica con i loro seguaci non si smentisce mai trovando sempre lo spunto per creare scompiglio e disordini ma a mio avviso non bisogna arrendersi mai provando a far riflettere come fai tu con i tuoi post e i tuoi racconti ciao Umbi buon fine settimana

  4. Amico Giorgio, sensibile come un può esserlo un artista che come te e come me trasforma in canzoni le proprie sensazioni, voglio rassicurarti … non ho deciso di mollare, ma solo di non rispondere più con astio e stizza a chi predica odio e rabbia per compensare le proprie carenze. Rispondere col sorriso contrappinendo amore e speranza, questo è il mio, il nostro compito. L’Italia è divisa da dispute ideologiche… ma non a metà. Solo un gruppo sparuto urlando cerca di imporsi riuscendoci a volte più e a volte meno, ma che ormai ha il fiato corto perché la maggior parte di noi cittadini si sta liberando orecchie e cervello da tutto ciò che ci reca danno, disturbo e poco benessere. C’è la faremo perché l’amore alla fine ha sempre il sopravvento se noi … se noi ci crediamo veramente.

  5. Caro Capitan U buongiorno… oggi giornata di nebbia che mi ricorda tanto Milano negli anni 70/80 quando colonne di fumo prodotte dai lacrimogeni si sostituiranno alla nebbia in alcun zone calde della città, as esempio piazza Duomo, dove adepti di sx con pietre bastoni e molotov fronteggiavanono la polizia, perché volevano, a loro dire, manifestare pacificamente contro tutto ciò che non gli andava bene, dal colore dei vestiti di chi non la pensava come loro a problemi che ancora oggi sono in discussione… quindi da un’analisi del passato e da storie di lunga darà mi sembra che molto sia cambiato… la sx è I suoi adepti continuano a sventolare la bandiera DELL’ANTIFASCISMO e a dare a tutti coloro che hanno idee libere dei FASSISTI, difendendo queste loro manifestazioni di libertà di pensiero con bastoni, fumogeni e atti di violenza… mi spiace doverlo dire ma davanti a queste persone a poco serve la comprensione e la voglia di confrontarsi democraticamente, bisogna solo evitare lo scontro e nel caso ci dovesse essere bisogna trovarsi preparati a difendersi in tutti i modi possibili… grazie Capitan U buon weekend

  6. Ben detto Max, difendersi in tutti i modi possibili … più o meno. Come? … Non votandoli e accompagnandoli, con amore, verso la loro naturale, agognata e ben venuta estinzione … amen 😇

  7. Caro Capitan U, non vorrei mai che in questo ultimo post ci sia un tuo saluto di commiato gonfio di amarezza.Maturando capita a tutti di fare un riassunto della propria vita,affrontata lottando,”più o meno” come hai cantato tu… è una legge scritta.A volte rallentiamo quando non ci sono più i riscontri positivi “più o meno”attesi, per poi accelerare pigiando ancor più forte sul pedale della positività augurandoci che le spine diventino solo rose per accompagnarci in un mondo migliore dove vivere felici… Ti prego Capitano, NON MOLLARE!

  8. Cara Donatella, non mollo ma un po’ di respiro lo prendo. Mi è venuto il dubbio che una certa Politica ci sguazzi nella polemica nutrendosene e prosperando, per cui devo decidere se, con “educazione e un po’ dip astio”, continuare a denunciare le loro carenze sottolineandone ogni strafalcione o … cambiare totalmente strategia, non prendermela più, smettere di dare o chiedere spiegazioni e limitarmi, con tanto “amore e ironia”, a mandarli definitivamente tutti a … fertilizzare i campi e a nutrire le cavallette che tanto apprezzano 😃

  9. Buongiorno Umberto, purtroppo l’indifferenza e l’egoismo regna sovrana,ci hai provato senza alcun riscontro o confronto dalla parte politica. Meglio parlare di amore e musica perlomeno ci delizierai con le tue melodie. Un abbraccio 😘

    1. Grazie Gelsomina, sto cercando di capire come collocare le mie canzoni collegandole in qualche modo agli oltre 60 anni che sono scorsi dalla mia prima incisione, scegliendo le più importanti che hanno lasciato in qualche modo un loro segno importante. Ricambio l’abbraccio con 💟

  10. Carissimo Umbi,non arrenderti mai, mai dargli vinta, a questi imbroglioni che invece di cercare di collaborare, sanno solo insultare, e incolpare il governo, poi questi manifestatori che dicono che manifestano pacificamente, ha detto bene Max , condivido in pieno il suo pensiero, per me questi manifestanti, li farei pagare i danni, e poi direttamente in galera, anche quelli che continuano a imbrattare i monumenti e le opere d’arte, non meritano nessuna pietà. Bellissima canzone ” Più o meno” ogni tua canzone ha sempre un significato, mai banale, e sempre attuale,complimenti Umbi e buona serata 🤗👏

    1. Caro Bruno, finché le nostre coscienze non si apriranno alla verità sarà difficile vincere la cecità di chi è ormai totalmente drogato dal male. In questi giorni in tanti inneggiano alla Palestina libera, è giusto, ma appoggiano contemporaneamente chi non si accontenta solo di uno Stato Palestinaese libero ma vuole anche l’annientamento totale dell’altro Stato, quello Ebraico, che invece non avrebbe il diritto di esistere, e questo non è giusto … perché tanta incongruenza e tanto livore?… Perché sono stati trasformati in zombie che si muovono manovrati in una ideologia contaminata, scollegati da un cervello autonomo e prosciugati di ogni goccia di logica e di buon senso, che non sanno più cosa sia il rispetto e soprattutto non conoscono o hanno dimenticato il vero significato del verbo “amare”. Bruno, sono stanco dell’odio e della violenza che ci circondano e, ripeto, non voglio rischiare con le mie denunce di aggiungerne ulteriore… c’è bisogno pace, ne abbiamo diritto noi e le nostre persone care … Bruno, c’è bisogno di tanto AMORE ❤️

  11. Ciao Umberto!
    Una volta compravo a New York un giornale Italiano per leggere sulla politica, purtroppo oggi non ci capisco niente con tanti partiti e posso solo dire che CI CAPISCE E BRAVO!
    SALUTI!

    1. Caro Phil, consolati … anche qui in Italia da un po’ di tempo, ormai, CHI CI CAPISCE È BRAVO 😀 Ti abbraccio e abbracciami New York che mi manca essendone lontano da quasi una ventina di anni ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.