“La pulce nell’orecchio” e “Diari d’amore”, doppio debutto – martedì 14 novembre

Cultura e spettacolo

La pulce nell’orecchio e Diari d’amore – Dialogo | Fragola e panna  Martedì 14 novembre, doppio debutto al Piccolo

Al Teatro Strehler, fino al 26 novembre, va in scena, in prima nazionaleLa pulce nell’orecchio di Georges Feydeau, diretta da Carmelo Rifici, una coproduzione LAC Lugano Arte e Cultura e Piccolo Teatro di Milano.  Georges Feydeau  La pulce nell’orecchio  diretta da Carmelo Rifici

Rifici sceglie la macchina comica di un vaudeville di Feydeau, nell’adattamento  che ha curato insieme a Tindaro Granata, per un’indagine registica nei territori  della comicità: l’esilarante storia di una presunta infedeltà e dei mille equivoci  scatenati da una moglie sospettosa, vertice della drammaturgia classica più  riuscita. Scritta nel 1907 da Georges Feydeau che stava vivendo un periodo di grande successo, La pulce nell’orecchio contiene tutti gli elementi che caratterizzano il vaudeville: burlesque, qui pro quo, malintesi, scambi di persona, tutti elementi che concorrono a dare vita ad un testo che la critica dell’epoca non esitò a definire pirotecnico. Rifici decide di misurarsi per la prima volta con la regia di una grande commedia tradizionale: pur mantenendo l’impianto originale del testo, rispettandone la vocazione, nel suo adattamento sottolinea lo spirito giocoso e selvatico della scrittura di Feydeau, ne cerca i piani nascosti, libera i singoli personaggi dal contesto borghese, valorizzando i ruoli femminili. Una moglie, allarmata dal comportamento freddo e distratto del marito, sospetta che abbia un’amante. Per mettere alla prova la presunta infedeltà, tramite un’amica gli spedisce un’appassionata lettera d’amore anonima, in cui gli dà appuntamento in un albergo a ore, luogo in cui si recherà per vedere se il coniuge cadrà nella trappola. Ciò che accadrà in quell’albergo è un groviglio incredibile di situazioni folli e assurde: tutti fuggono e si inseguono, tentando disperatamente di salvare le apparenze, in un vortice di azioni e contatti che si complicano sempre più fino ad una clamorosa risoluzione finale.
Orari: martedì, giovedì e sabato, ore 19.30; mercoledì e venerdì, ore 20.30; domenica, ore 16. Lunedì riposo. Durata: 2 ore e 45 minuti più intervallo

Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 02.21126116 – www.piccoloteatro.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.