Due murales contro l’antisemitismo deturpati a Milano dai vandali

Milano

Si tratta del murales di Anna Frank con la bimba palestinese e quello del bambino con le mani alzate del ghetto di Varsavia simbolo della Shoae.  

Sono passate solo 24 ore dalla realizzazione dei due murales, opera dell’artista Alexandro Palombo contro l’antisemitismo, che sono stati  immediatamente  vandalizzati.

L’artista ne denuncia l’atto “La mia opera è stata  presa di mira senza averne  capito  il significato e il fortissimo messaggio trasmesso”.

Milano centro, in  Piazza Castello, Anna Frank, bambina in lacrime con la bandiera israeliana tra le mani, è stata completamente coperta da   enormi scritte “ FREE GAZA” tanto da essere totalmente cancellata ,  accanto la bimba palestinese  rimasta intatta perché  già disegnata dall’artista con l’identica  scritta .

Zona Porta Nuova, il secondo  murales  che ritraeva il  bambino, simbolo della  Shoah,quello con le mani alte nel ghetto di Varsavia, è stato totalmente  cancellato  dai vandali. Intatti a lato il soldato di Hamas e il  bambino soldato della Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.