Murales per la pace a Milano: Anna Frank piange insieme a una bimba palestinese

Milano

Silenzio, pensiamo alla pace. La morte sia sconfitta. Dalle macerie nasca la volontà per una nuova convivenza senza il terrorismo

Anna Frank, con la divisa di Auschwitz e stella di David, che piange tenendo tra le mani la bandiera d’Israele, al suo fianco una bambina palestinese, mentre dà fuoco alla bandiera di Hamas, con la kefiah in testa e sul volto la scritta “Free Gaza”.

Sono le opere di street art “Innocenza, odio e speranza” apparse in piazza Castello, a Milano, create dall’artista AleXsandro Palombo a un mese dall’inizio della guerra.

Le parole dell’artista sul terrorismo

 “La furia antisemita scatenata da Hamas – ha affermato lo street artist – sta travolgendo gli ebrei in ogni parte del mondo, questo orrore che riemerge dal passato deve farci riflettere tutti perché mina la libertà, la sicurezza e il futuro di ognuno di noi. Il terrorismo è la negazione stessa dell’umanità e non ha nulla a che vedere con la resistenza, ci usa per dividerci e trascinarci nell’abisso del suo male, in un vortice infernale che non trova fine. Non potrà esserci pace finché il terrorismo non sarà sradicato, legittimarlo significa condannare a morte l’intera umanità”.

 

L’altra opera apparsa sempre a Milano

Un’altra opera è apparsa in zona Porta Nuova: qui AleXsandro Palombo ha immaginato il bambino ebreo del ghetto di Varsavia con le mani alzate, simbolo della Shoah, come un ostaggio di Hamas. L’artista lo ha ritratto insieme a un bambino-soldato di Gaza e a un terrorista di Hamas che gli punta il kalashnikov. “L’attuale street art di Palombo è un importante messaggio al mondo, nei suoi murales l’artista risponde agli orribili eventi del 7 ottobre, e allo stesso tempo al crescente antisemitismo, con un messaggio di speranza”, ha dichiarato la storica dell’arte israeliana BatyaBrutin, che ha ricevuto il Premio Yad Vashem alla carriera nel campo dell’educazione sull’Olocausto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.