Stefano Boeri indagato per turbativa d’asta sulla biblioteca europea Beic

Milano

L’architetto Stefano Boeri è fra gli indagati in una inchiesta della procura di Milano per turbativa d’asta in relazione al progetto della biblioteca europea di informazione e cultura Beic, che dovrebbe sorgere nell’area di Porta Vittoria.

La Gdf sta effettuando perquisizioni e sequestri di materiale informatico.

Tra gli indagati figura anche l’architetto Raffaele Lunati. Lunati si è aggiudicato il progetto, mentre Boeri faceva parte della commissione giudicatrice.

L’area in cui verrà costruita la sede della Beic è una zona dismessa di circa 13mila metri quadri tra viale Molise e via Cervignano. L’edificio, secondo le linee guida stilate dal comune di Milano, avrà una superficie di circa 30mila metri quadri. Ospiterà due milioni e mezzo di volumi, di cui almeno 160mila a scaffale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.