Moratti rientra in Forza Italia per motivi personali e politici. Majorino al veleno rosica

Economia e Politica

L’insinuazione malevola, la lettura più che maliziosa della sinistra non hanno mai fine. Letizia Moratti rientra in Forza Italia con motivazioni personali e politiche forti, analizzate con razionalità e sentimento, ma Majorino rosica e trova una giustificazione al comportamento solo velenosa – “Moratti dice che rientra in Forza Italia, rientra nel centrodestra. A me pare non fosse mai uscita. (Ancora complimenti vivissimi a chi l’ha usata per spaccare l’alleanza alternativa alla destra di Fontana..)”.

Un insulto alla capacità di autodeterminazione della Moratti.

Le sue parole – “In queste ore ho approfondito con attenzione la proposta che mi è arrivata dal segretario nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, di guidare la Consulta della segreteria nazionale di FI. Ho accettato questa proposta con grande responsabilità e spirito di servizio per Forza Italia e per il Paese”. Così Letizia Moratti in un post in cui spiega la decisione di aderire a Forza Italia. “Aderisco a questa scelta per diversi motivi, innanzitutto per il legame personale e politico con Silvio Berlusconi. Mi ritrovo poi in maniera molto convinta su tutte le tematiche proposte da Forza Italia ma non solo, credo che il Partito popolare europeo sia ancora la pietra miliare in Europa – prosegue -. C’è un grande lavoro da fare attraverso un forte rilancio del partito. I temi che mi sono stati posti all’attenzione dal segretario Tajani sono temi che da sempre colgono la mia sensibilità umana, amministrativa e politica. L’ambiente, le fragilità, i nostri giovani, la crescita sostenibile per rilanciare le imprese e sostenere le famiglie sono temi che mi vedono interessata con grande entusiasmo a dare un contributo. Sono felice di farlo con grande convinzione”.

Antonio Tajani ufficializza la notizia che oramai era nell’aria da diversi giorni: Letizia Moratti ritorna in Forza Italia. “Ha una grande esperienza nella vita pubblica amministrativa e un radicamento profondo nella città di Milano. Questo mi ha portato – annuncia il ministro degli Esteri – a proporle di guidare la consulta del segretario nazionale di FI“. Credo che Forza Italia debba diventare sempre di più la pietra angolare della politica italiana” e questa scelta contribuirà all’obiettivo di “arrivare al 20% di consensi alle prossime politiche“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.