Comitato via Fleming: “MM ci aiuti: rivogliamo il centro anziani e il centro antiviolenza”

Milano

Questa non è la solita storia di abbandono, ci tiene a ribadirlo Patrizia, anima del comitato via Fleming di inquilini MM:

“Voglio dirlo in apertura, MM per noi è stato un netto miglioramento sulle precedenti gestioni. Sono stati fatti molti lavori, il circondario è effettivamente migliorato. Non voglio quindi che quanto dirò sia preso come un attacco diretto al gestore”

Ci mancherebbe. Però qualche problema c’è.

“Sì, in effetti sì. Una premessa, fino a qualche mese fa qui c’erano due centri, uno per gli anziani e uno contro la violenza di genere. Quest’ultimo lo ha addirittura inaugurato il Sindaco Sala in persona. Erano presidi importanti sul territorio, ne eravamo addirittura orgogliosi in certo modo. Così come avevamo davvero nel cuore la chiesetta che era proprio qui in cortile. Sì, avevamo una cappella dove gli anziani potevano recarsi, la parrocchia è lontana per loro.”

E ora?

“Beh, è crollato il controsoffitto nel centro antiviolenza, che così ha chiuso. Non sappiamo se riaprirà. Di sicuro il centro anziani ha chiuso e non riaprirà, per il momento. Anche se speriamo di essere ascoltati e convincere MM a mettere a disposizione dei locali restaurati. Proprio in questi giorni di un caldo autunno gli anziani si trovano sotto i portici a godersi il tepore e la compagnia, ma il tempo peggiorerà prima o poi. E allora? In casa col buio, i pensieri e l’umidità? Lancio un appello ad una società che ci ha spesso ascoltati: ridateci il centro anziani. Lo facciamo per la loro salute e per il loro benessere, non lasciamoli soli”

Scusi se domando, alla chiesetta cos’è successo?

“Chiusa, l’affitto costava troppo. Ora c’è una ditta di manutenzione”.

Conclude l’analisi Franco Vassallo, Responsabile per le politiche abitative e decentramento del coordinamento cittadino di Milano di NOI MODERATI:

“Anche nei luoghi che MM ha sempre curato ormai si sta diffondendo la malattia invisibile dell’indifferenza. Sala ne dovrebbe prendere nota: il suo gestore è sempre meno in grado di far fronte alle esigenze dei cittadini. E delle cittadine, la cosa del centro antiviolenza è davvero grave a mio parere. Si parla molto, e a buon motivo, di prevenzione e lotta al femminicidio e poi mancano soldi e volontà di riaprire i centri chiusi come quello di via Fleming. Chiusi, peraltro, per problemi statici che dovrebbero far capire l’urgenza di una manutenzione a tappeto. Ma cosa volete, ormai Milano è fatta così…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.