La verità dei numeri batte la propaganda verde: Area B inutile per smog e congestione, crea solo ingiustizie

Fabrizio c'è Milano
Il Comune legge i dati degli ingressi  giornalieri di Area B e scopre che a Milano entrano più auto del passato (+ 6%) nonostante 10 anni di politiche di Area C, Area B, Ciclabili ovunque e 20.000 parcheggi cancellati.
Attenzione però perché anziché fare autocritica e convincersi della conclamata inutilità di Area B, questo buco nell’acqua  spingerà i talebani antifurto a chiedere nuovi divieti e vessazioni.
Monguzzi, Legambiente, mamme Antismog e compagni già chiedono tavoli e forzeranno presto il Sindaco Sala a mettere il pedaggio all’ingresso di Milano e a restringere ulteriormente le classi  di mezzi che possono circolare..
Le rilevazioni sono di Amat, agenzia Comunale, e non lasciano dubbi: da un mese all’altro e dal ’22 al ’23 le auto in ingresso aumentano mediamente  del 6%. Quanto allo smog già sappiamo che i risultati sono identici fra Milano e Comuni senza Area B, giusto a certificare  l’irrilevanza ambientale.
La sinistra dovrebbe finalmente capire che bisogna offrire alternative, e non divieti, ai pendolari e al trasporto merci.
Solo realizzando metropolitane che collegano l’hinterland (e non coi tempi biblici della M4 o della M1 a Monza) si possono convincere i pendolari a cambiare abitudini. E’ stata cancellata la previsione del secondo passante ferroviario, la M6 è allo studio da 20 anni e veramente nulla e stato fatto per la logistica che è raddoppiata col boom dell’online.
L’inversione di marcia della politica deve riguardare anche i parcheggi di corrispondenza che bisogna tornare a realizzare, e il trasporto extraurbano su gomma, azzerato dalla Città Metropolitana a guida Sala.
Naturalmente va cambiata direzione anche per Atm e Mm. Studiare abbonamenti scontati parcheggi +Atm anziché aumentare il biglietto del 220% in 11anni. E poi studiare bene il -20% di chi usa il trasporto pubblico: questa diminuzione è legata alla poca sicurezza e al degrado dei mezzi pubblici, amplificati negli orari notturni.
Per chi vuole leggerli, i dati Amat sono dunque il de profundis delle politiche verdi di Pisapia e Sala: non hanno inciso né sullo smog né sulla congestione, hanno solo eretto una barriera di discriminazione sociale e classista tra chi può cambiare l’auto e chi no, tra chi può vivere in centro e chi no.

1 thought on “La verità dei numeri batte la propaganda verde: Area B inutile per smog e congestione, crea solo ingiustizie

  1. Inutile parlare con Sala ed i suoi accoliti. La sinistra è al solito monolitica nel non ascoltare voci diverse dalle sue. Dovremo sorbirci questa gente radicalgreen al comando, almeno finchè Sala ed i suoi resteranno a Palazzo Marino. Noi possiamo solo continuare a stimolare un più rigoroso e massiccio intervento di Regione e Governo contro questa Giunta fascista di sinistra che governa male Milano da oltre un decennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.