Stazione Centrale, controlli CC: due arresti e una denuncia

Cronaca

Due arresti ieri in stazione Centrale, nell’ambito dei servizi straordinari disposti dal Governo per la sicurezza nell’area attorno allo scalo. Un 27enne marocchino e un 30enne algerino, irregolari sul territorio, sono stati arrestati rispettivamente per furto con strappo e furto aggravato. Nel pomeriggio, proprio i piazza Duca d’Aosta, i Carabinieri hanno notato il 27enne che si allontanava di corsa, inseguito a piedi da un giovane, un turista 29enne tedesco al quale poco prima aveva strappato dal collo una catenina in oro del valore di circa 500 euro. Nella notte poi, all’una circa, i Carabinieri che stavano pattugliavano tutta la zona in prossimità della Stazione, in via Filzi hanno notato il 30enne algerino che si era avvicinato ad un ciclomotore parcheggiato e, dopo aver forzato il bloccasterzo con un calcio, si stava allontanando portando via il mezzo. L’uomo è stato, però, bloccato dai militari e condotto in Caserma. Qui ha dato in escandescenze colpendo con delle testate il pavimento, venendo però subito immobilizzato e visitato dal 118 che ha evidenziato solo la presenza di alcune lievi ferite pregresse. Nell’ambito degli stessi servizi, nella mattinata di ieri, i Carabinieri hanno denunciato per furto con destrezza e porto di armi od oggetti atti ad offendere, un 16enne algerino, in Italia senza fissa dimora e con precedenti di polizia. In piazza Duca d’Aosta, i Carabinieri hanno notato il giovane mentre si allontanava di corsa dopo aver sottratto il cellulare dal trolley ad un turista argentino 61enne, approfittando di un suo momento di distrazione. Il minore è stato però bloccato dagli operanti e trovato in possesso del telefono cellulare ed anche di un coltello, che è stato sottoposto a sequestro. Il giovane è stato poi riaffidato ad una comunità di Milano dalla quale si era allontanato lo scorso martedì 4 aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.