Il sindacato di Polizia denuncia “La ciclabile in via Fatebenefratelli mette a rischio i parcheggi della polizia”

Milano

L’ecologismo sfrenato tanto caro all’amministrazione Sala non fa sconti a nessuno. Nemmeno alla Polizia di Stato. Di fronte alla Questura di via Fatebenefratelli, infatti, sorgerà l’ennesima ciclabile. Ed è un bel guaio, perché oltre a rivoluzionare il traffico c’è il rischio che la pista cancelli i posti auto riservati alle volanti parcheggiate all’esterno degli uffici e pronte all’uso.

«Dobbiamo manifestare il nostro totale disaccordo per la scelta operata dal sindaco Sala di voler sacrificare i posti auto riservati alia Polizia di Stato, di fronte la questura di Milano, a favore di una ennesima pista ciclabile», attacca Gianpiero Timpano, segretario nazionale del Sap, il sindacato autonomo di Polizia. «Suggeriamo al primo cittadino di Milano di non perseverare nelle riduzioni della viabilità ordinaria soprattutto se tali limitazioni coinvolgono, puntualmente, anche le persone che sono chiamate a garantire la sicurezza dei cittadini milanesi», prosegue. Della serie: noi in divisa, spesso chiamati a intervenire con prontezza, mica possiamo fare chilometri a piedi prima di salire su una volante e correre verso il delinquente di turno. «Fintanto che la delinquenza non deciderà, in ossequio alla politica “green” del sindaco, di utilizzare solo ed esclusivamente le biciclette, le Forze di Polizia saranno costrette ad utilizzare anche le autovetture, che necessariamente in qualche spazio dovranno pur essere parcheggiate», spiega Timpano. Ed è difficile dargli torto.

La Questura milanese potrebbe essere la prima e unica, in Italia, a non avere i parcheggi riservati ai veicoli di servizio. «Né lato Fatebenefratelli né lato Montebello. E’ di tale “primato” ne avremmo fatto sicuramente a meno. Viste le numerose e valide disapprovazioni esternate dai poliziotti milanesi a questa Organizzazione Sindacale, e come di recente accaduto per le insensate limitazioni di area B e C, non escludiamo a breve qualunque utile iniziativa tesa al ripristino della normalità», prosegue il presidente del Sap. Che chiude: «impensabile svolgere tempestivamente la nostra funzione al servizio della città, lasciando le autovetture di servizio, incustodite e a isolati di distanza». In effetti, sarebbe una beffa bella e buona quella di togliere i parcheggi alle volanti della Polizia appena fuori dalla Questura per far spazio a una pista ciclabile. L’ennesima. Senza considerare gli ingorghi al traffico, inevitabili, che si creeranno a causa del restringimento della carreggiata. Sala e la giunta finto-ambientalista, però, proseguono nella loro crociata anti-auto. Ora sono pronti a colpire persino i mezzi della Polizia… (Libero)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.