Social housing, attorno a via Paolo Sarpi in arrivo 200 nuovi appartamenti

Milano
Verranno realizzati nel quartiere attorno a via Paolo Sarpi nell’ambito di un progetto di riqualificazione sociale e urbana promosso dal Fondo Ca’ Granda, partecipato da Policlinico, Cdp e Fondazione Cariplo

Restituire a Milano quanto ricevuto nel corso dei secoli in termini di donazioni è uno degli obiettivi che si prefigge il fondo Ca’ Granda con un progetto di rigenerazione urbana e sociale che interesserà un’area di 13mila metri quadrati nel quartiere attorno a via Paolo Sarpi. A fronte di un investimento pianificato da oltre 40 milioni di euro, l’intervento – che partirà a inizio 2023 e sarà curato dagli architetti Barreca & La Varra – consentirà di realizzare su una superficie residenziale rigenerata di circa 10mila metri quadrati 200 nuovi appartamenti destinati a locazione a lungo termine e social housing. Sono inoltre previsti 3.000 metri quadrati di spazi commerciali.

Attenzione al sociale e all’efficienza energetica

Gli edifici interessati dall’intervento risponderanno ai più avanzati criteri di sostenibilità ed efficienza energetica e funzionale, mantenendo al contempo le storiche facciate ottocentesche che guardano sulle vie Sarpi e Bramante, conservando così gli aspetti tipici del contesto urbano di riferimento. L’iniziativa pone inoltre particolare attenzione al tessuto sociale: negli antichi spazi comuni verranno realizzate tre nuove corti, destinate a diventare centri d’aggregazione fruibili sia dai residenti sia dall’intero quartiere. Il progetto sociale su cui poggia lo sviluppo si avvale delle competenze del gestore sociale Kservice e del supporto dell’advisor Fondazione Housing Sociale.

Ospiterà la prima Casa Ronald in città

Nel complesso troverà spazio anche la prima Casa Ronald di Milano: dedicata all’ospitalità di famiglie con bambini in cura in ospedale, è promossa dalla Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald. Creato nel 2014 con il conferimento del patrimonio immobiliare donato nel tempo al Policlinico di Milano da centinaia di benefattori, il veicolo è gestito da InvestiRe sgr ( Banca Finnat) e partecipato da Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, dal fondo Investire per l’Abitare (Cdp) e da Fondazione Cariplo. (Milano Finanza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.