Rom sempre più protagonisti nell’illegalità e nel degrado

Milano

Dove è finita la manager con stipendio di 40.000 euro nominata come “badante” dei Rom? Che reazione possono avere i residenti dei luoghi ai loro comportamenti? Che fa Sala?

L’ultimo episodio: nella notte di sabato sono scoppiati tre grossi roghi nella zona del campo nomadi di via Vaiano Valle a Milano. I vigili del fuoco sono rimasti a lungo sul posto, per spegnere l’ultimo rogo appiccato nella notte, con una autopompa, due autobotti e una ruspa per  smassare il materiale a cui è stato dato fuoco, soprattutto rifiuti. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire nella notte in tutto tre volte per spegnere gli incendi. Ma spesso la cronaca deve notificare situazioni e comportamenti illegali che si ripetono e sembrano scivolare nel nulla.

 «In via Bonfadini, nello specifico lungo il tratti che costeggia l’Ortomercato da via Sacile all’entrata del campo nomadi – scrive Rocca esponente FdI – è presente una significativa quantità di rifiuti e di carcasse di automobili date alle fiamme. Quel tratto è ben nascosto, privo di telecamere e di manutenzione stradale, ostaggio dell’insicurezza e del degrado» e «l’operazione di rimozione delle carcasse richiede interventi straordinari». È un problema «già accaduto in passato e che ora si ripete» sottolinea. Un problema che, puntualizza, non riguarda «solo la sicurezza ma anche l’ambiente ed il decoro della nostra città. Ci troviamo a pochi metri dal mercato ortofrutticolo più grande d’Italia…C’è disattenzione da parte della giunta che va dal centro alla periferia. Ho svolto due sopralluoghi a Porta Venezia e a Giambellino – racconta Rocca -. Ci sono situazioni, non solo in questi due quartieri, da quarto mondo, tollerate e non gestite dall’Amministrazione comunale liberal-progressista». In viale Vittorio Veneto in particolare, zona Porta Venezia, a due passi da corso Buenos Aires e dalla stazione Centrale, «ho trovato un tappeto di vetri rotti, ubriachi sudamericani che bivaccavano, nordafricani che già al mattino offrivano droga. Non è un bello spettacolo per i turisti, ho visto una famiglia di stranieri che assisteva alla scena inorridita». (fonte Il Giornale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.