Rabbia “dem”: Maran non sarà candidato, salvo sorprese

Milano

E va bene così, perché deve andar bene per forza di cose o, per meglio dire, per le decisioni di Letta: Maran non viene candidato e quindi non se ne andrà come molti milanesi auspicavano.

Eppure i tre incarichi, da Piasapia a Sala, le mille preferenze, deponevano a favore dell’assessore che è considerato uno dei giovani più efficienti (naturalmente dai Dem). Non è mai nato l’amore con Sala che prefigurava una rappresentanza territoriale a Roma e la designazione di Maran poteva essere un’occasione. Maran e per coloro che non ricordassero  le sue gesta, basta citare il ToiletBus, pare sia infuriato e anche molti compagni, ma la logica di Letta ha catapultato a Milano, Cottarellae Cuperlo in collegi sicuri e, in compenso, viene candidata la Roggiani, l’inventrice degli slogan nella campagna di Sala (ricordate Chiami Milano?) con l’incarico di organizzare i volontari. Almeno mille.. Non si conosce per ora il nuovo slogan ma sicuramente finirà in “Mi”.

Nene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.