Truffe agli anziani a Milano, un vademecum della Procura per difendersi dai ladri

Cronaca Società

Un volantino antiraggiri, una sorta di vademecum contro le truffe agli anziani in abitazione, fenomeno di microcriminalità che a Milano rappresenta una vera e propria piaga, è stato diffuso dalla Procura di Milano in collaborazione con la Prefettura e il Comune. 

Truffe agli anziani, consigli utili

Nel volantino, oltre a ricordare a tutti che in caso di dubbi è sempre opportuno «chiamare un parente» in tempo reale per verificare la situazione o «il numero d’emergenza 112» esponendo il caso, vengono riportati a titolo conoscitivo alcuni dei casi più comuni di raggiri messi in atto dai ladri seriali. 

I raggiri più comuni

Tra i casi di truffe agli anziani riportati, quello del ‘finto figlio/nipote’ dei ‘finti tecnici’ dei ‘finti poliziotti e impiegati, sacerdoti, fattorini’ oltre «all’adescamento su Internet e alle finte associazioni benefiche» e rappresentanti vari di società di servizi telefonici, del gas e della luce. Tutti sono generalmente finalizzati a carpire la fiducia dell’inquilino e poi una volta in casa approfittare di una sua distrazione o di un suo timore per rubare.

Truffa a domicilio: l’ultimo caso

Proprio ieri, un 28enne di origine tunisina è stato arrestato con l’accusa di aver commesso una serie di furti a domicilio: l’uomo si faceva annunciare a casa delle vittime, soprattutto anziani, da una telefonata in cui si diceva che sarebbe arrivato un tecnico per alcuni controlli sulle linee telefoniche. Subito dopo citofonava agli inquilini che aprivano la porta: a quel punto arraffava gioielli, soldi e quanto di valore riusciva a trovare durante i finiti controlli e poi se ne andava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.