Andare a votare? Un diritto e un dovere

Economia e Politica

Ognuno di noi è libero di scegliere se varcare la soglia della cabina elettorale oppure rinunciare. Altra cosa è far parte del plotone di indecisi che fino all’ultimo momento non sanno su che simbolo mettere la croce. E questi ultimi sono tanti. Anche perchè alle consultazioni amministrative a volte contano più le persone che gli schieramenti.

Votare è sia un diritto che un dovere di ogni cittadino che abbia compiuto la maggiore età ed è l’unico modo per partecipare concretamente alla vita politica e istituzionale del Paese. E’ fondamentale decidere da che parte stare anche se non si è convinti al cento per cento. Per questo è importante combattere l’astensionismo e spingere quante più persone possibile a recarsi ai seggi. Per votare non bisogna necessariamente essere militanti di uno schieramento o dell’altro. Una scelta va fatta, anche quella che si considera la meno peggio. Non votare è sbagliato perchè in questo modo si lascia campo libero agli altri. Anche se siete indecisi fino all’ultimo non rinunciate. Sempre meglio una scelta imperfetta che il nulla.

mail: beppe.boni@ilcarlino.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.