Il sogno del lusso italiano ora accessibile all’americano

Società

L’attrazione degli americani per tutto ciò che è italiano affonda le radici nella storia più antica, dalle antichità alle città d’arte, dall’enogastronomia alle auto sportive, dalla moda all’aperitivo Italia è sinonimo di fascino ed eleganza. In tutto il mondo gli italiani sono famosi per quel certo non so che, anche quando sono vestiti con semplicità si riesce a distinguerli e questo per un newyorchese è una cosa seria perché vuol dire essere stylish.

Oggi il lusso accessibile italiano ha una chance in più per farsi conoscere negli Usa grazie al progetto WANT ITA di Italia Development Group – IDG, un’area di 1000mq dedicati al lifestyle italiano dentro al mega centro commerciale American Dream, situato nel New Jersey, a pochi minuti da New York City.

“Siamo nati nel 2017 e abbiamo cercato fin da subito di fare un ponte tra Italia e USA in partnership con Triple Five Group, proprietaria di American Dream– dichiara Giovanni Massetti, chief operating officer e partner societario di IDG–  infatti la nostra società ha una doppia sede sia in Italia che in USA e offriamola nostra  grande esperienza per quanto riguarda lo sviluppo del brand nel mercato americano. Dalla trasformazione all’innovazione, dalla sostenibilità alla pianificazione strategica, dall’investimento del brand al finanziamento, dalla partnership strategica all’analisi di mercato, quello che facciamo è ricreare il lifestyle italiano per la upper middle class statunitense”.

American Dream nasce nel 2019 con 6 miliardi di dollari di investimenti è diventato il terzo maggiore centro in Nord America dopo The Mall of America (a Minneapolis, in Minnesota) e The West Edmunton Mall (in Canada), tutti di proprietà della stessa multinazionale. Situato in una posizione comoda all’epicentro della cultura americana, combina il meglio della vendita al dettaglio globale, ristoranti di destinazione, arti e spettacolo. Le visite turistiche rappresenteranno il 50% di tutti i visitatori generando oltre 40 milioni di visitatori ogni anno su oltre 300.000 mq, diventando così più una destinazione turistica grazie al mix impareggiabile di attrazioni che includono DreamWorks Water Park, Nickelodeon Universe, Big SNOW, Angry Birds Mini Golf, The Rink, Blacklight Minigolf, Mirror Maze, SEA LIFE Aquarium, LEGOLAND Discovery Center e una vasta scelta di ristoranti e negozi di prim’ordine. All’interno oltre ai brand di lusso le sedi di punta di H&M, Uniqlo, Zara e PRIMARK, oltre a Lululemon, Sephora, Aritzia, e IT’SUGAR, il primo “grande magazzino di caramelle” al mondo.

“Il progetto WANT ITA è quello di portare 30 brand del made in Italy con una shopping area dedicata – sottolinea Giovanni Massetti – le realtà selezionate potranno scegliere spazi temporary di diverse metrature dai 20 ai 60 metri quadri, per un periodo che va da sei a 18 mesi che potranno essere personalizzati grazie a una formula “chiavi in mano” a prezzi sostenibili. Una volta testato il mercato potranno optare per una location permanente all’interno del mall. I brand di fascia media, che sono noti in Italia, sono sconosciuti negli USA, noi vogliamo esportare il nostro modo di vivere, più del Made in Italy,  la nostra capacità di sfidare sempre noi stessi, il voler fare il migliore prodotto in assoluto senza guardare al conto economico, quella volontà di produrre il bello e il meglio, motivo per cui in Italia ci sono delle eccellenze che tutto il mondo ci invidia”.

Nel mese di maggio American Dream ha registrato una presenza di circa 150.000 persone al giorno, una grande opportunità per i brand italiani che si posizioneranno in WANT ITA . “Si aprono molte opportunità per i mid-level brand – ha detto Romont Thomas, CEO  di IDG – ciò che li differenzia dalle grandi griffe del lusso, di fatto, sono gli investimenti in marketing, branding ed esposizione. Il consumatore, dopo tanto distanziamento sociale e shopping online adesso cerca l’esperienza fisica, ma deve essere qualcosa di speciale, unico. Per i visitatori di American Dream WANT ITA rappresenta un’esperienza immersiva nell’Italian lifestyle, grazie a eventi e iniziative culturali che vedranno coinvolti diversi marchi del fashion, del design, del wellness, del beauty e del food&wine. Io sono americano e ho sposato un’italiana e sono innamorato di questo Paese, amo far crescere i miei due gemelli in Italia per il valore della famiglia, il modo in cui l’italiano sa godersi la vita, il cibo, la cultura, tutte cose che l’americano medio vede soltanto al cinema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.