Ucraina: catturati e legati piloti russi chiedono perdono per le bombe (VIDEO)

Esteri Video

Dopo la cattura da parte delle forze ucraine, dei soldati russi ripresi in video in cui hanno affermato di “eseguire gli ordini”. Le immagini dei video mostrano gli aerei russi in fiamme dopo essere stati abbattuti e i volti terrorizzati dei piloti mentre venivano arrestati da soldati e civili ucraini.  Nel video, condiviso online, si vedono i piloti con le mani legate dietro la schiena, alcuni ancora sanguinanti dopo il tentativo di una fuga disperata.

Il filmato, girato da due piloti nel retro di un camion mostra i prigionieri mentre vengono interrogati, si sentono le voci degli ucraini:”Stro*zo, stai uccidendo il nostro popolo”. Il pilota afferma di aver ricevuto l’ordine di volare e che era in missione di soccorso. Un altro video mostra un pilota russo con la maglia imbrattata di sangue mentre spiega che “non gli è stato detto nulla” della missione. “Eri cieco?” dice un uomo arrabbiato, mentre le truppe affermano di avere le mappe del suo aereo che mostrano i bombardamenti.

Le parole dei piloti russi catturati

I militari ucraini dicono al pilota russo: “Stavi per bombardare i civili”, e chiedono “Quanti voli di bombardamento hai effettuato?”. La Russia dispone di una delle più grandi forze aeree del mondo ma gli aerei di Putin non sembrano in grado di garantire la loro superiorità sull’Ucraina. Video che non riguardano questo episodio mostrano gli ucraini che esultano e applaudono mentre sembrano abbattere due aerei russi nelle oblast di Chernihiv e Mykolaiv.

Nella clip da Chernihiv, nel nord dell’Ucraina, si vedono due piloti che si lanciano con il paracadute. Uno è morto, mentre l’altro è sopravvissuto. Indossa una maglia macchiata di sangue e la testa è avvolta da una benda. I soldati fanno dire al prigioniero “gloria all’Ucraina” e poi gli chiedono: “Perché stai bombardando la popolazione?” Sembra che l’aereo fosse un Sukhoi Su-34, un cacciabombardiere utilizzato anche in Siria. (Blitz Quotidiano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.