Trasporto internazionale merci: cosa c’è da sapere nell’epoca della globalizzazione

Economia e Diritto

Il Made in Italy è uno dei motori dell’economia del nostro paese. Simbolo di qualità, grazie alla tradizione artigianale secolare per cui siamo famosi in tutto il mondo. Il poter monitorare efficacemente le merci, permettendo il loro spostamento non solo sul territorio nazionale ma anche in quello europeo e internazionale, è un elemento importante, anzi, cruciale per le imprese. In questo contesto, che è quello della globalizzazione, si inserisce la logistica, quel sistema che si occupa degli spostamenti delle merci da un luogo all’altro in modo che possano arrivare a destinazione nella maniera migliore possibile, con un’attenzione particolare alla tempistica e ai trasporti internazionali, oltre che a quelli lungo il territorio del belpaese. Questo ancora di più che in passato grazie allo sviluppo che sta conoscendo il mercato online, con l’e-commerce protagonista.

Trasporti internazionali: cosa sono?

Il trasporto internazionale è lo spostamento fisico delle merci da uno stato all’altro e rappresenta uno degli elementi cardine per quanto riguarda lo sviluppo degli scambi commerciali internazionali.

La facilità di poter avere da una parte all’altra del pianeta in breve tempo prodotti  passa attraverso le piattaforme logistiche, presenti in tutto il mondo secondo un sistema complesso di trasporti e logistica.

Se per il territorio dell’Unione Europea non esiste più un sistema doganale di dazi, così non si può dire per tutti quegli stati con cui gli scambi avvengono fuori da tali confini, per i quali invece esistono norme di disciplina precisa, con cui anche le aziende italiane si trovano a rapportarsi costantemente.

Come funziona in Italia

In Italia sono diverse le piattaforme logistiche e non più solo in prossimità di luoghi strategici come porti e aeroporti. Possiamo dire che il loro sviluppo è parte fondamentale della ricezione e smistamento delle merci nelle grandi città. La posizione risulta decisiva da un punto di vista strategico: non a caso si tratta di grandi strutture che si trovano localizzate non lontano dai centri urbani e allo stesso tempo in prossimità delle arterie di comunicazione di modo da poter garantire ai prodotti di viaggiare facilmente via terra, mare e aria.

Selezionare il tipo più adatto di trasporto non è semplice e richiede particolari competenze che portano alla soluzione più efficace dopo un’attenta analisi e valutazione di tratta, tipo di articoli, destinazione e tempistiche richieste. Si pensi solo ai prodotti refrigerati, per fare un esempio, i quali necessitano di particolari cautele riguardo alla temperatura: la complessità e centralità dell’elemento logistico è evidente.

Il magazzino: l’elemento centrale logistico nel trasporto internazionale

Per cercare di abbattere i costi e avere il miglior risultato possibile in termini di recapito della merce in logistica è frequente il ricorso al groupage, ovvero il raggruppamento su un unico mezzo di linea di spedizioni proventi da mittenti diversi. Per far sì che questo sia efficace è indispensabile che la piattaforma sia dotata di un magazzino con tanto di sorveglianza armata h24.

Non solo, il magazzino dovrà essere ben organizzato al suo interno e dovrà essere in grado di fornire servizi di picking, preparazione ordini, cambio bolle, di modo da rendere questo processo efficiente al 100 per cento.

Il commercio di prodotti con l’estero è un fattore fondamentale per la vita delle aziende e la logistica è l’elemento alla base del suo funzionamento, dalla gestione del magazzino fino alla risoluzione delle questioni doganali. Un fattore di importanza prioritaria ancora di più per l’e-commerce, per far sì che il valore aggiunto del Made in Italy riesca a stare al passo coi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.