Ritrovato un uomo cadavere in casa, vittima della solitudine

Milano

Dopo, purtroppo, dopo sono arrivati  gli uomini inviati dall’Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia, ma anche i carabinieri e i vigili del fuoco.

I pompieri hanno dovuto sfondare la finestra del soggiorno per poter entrare nell’abitazione, poiché la porta di casa risultava chiusa dall’ingresso. Hanno rinvenuto il cadavere di un uomo senza vita, presumibilmente di 80 anni, in zona Porta Venezia. La cronaca di una malattia lunga e faticosa che si chiama solitudine in questa Milano convulsa, pirotecnica.

Persona mite, riferiscono, nel silenzio di una vita ripetitiva, forse anche vuota di presenze affettive. Uomo che sicuramente non è ascrivibile alle visioni futuribili di certe ideologie prefigurate a tavolino e neppure alla retorica di integrazione interculturale mai realizzata, ma sostenere la sua vita con risposte adeguate, sarebbe il futuro  di rispetto, di uguaglianza sociale e di “pari opportunità” di cui questa città ha tanto bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.