Municipio 3: Cagnolati (FI) “Ancora disagi per il cantiere di via Pacini”

Milano

Ancora una volta il consigliere di Municipio 3 Marco Cagnolati (FI) si fa portavoce verso palazzo Marino dei disagi dei residenti di Città Studi, più precisamente, in questo caso, di quelli di via Pacini, dove i lavori e le conseguenti problematiche sembrano non finire mai.

– Come da foto allegate segnalo che in località di cui in oggetto dopo tutti i lavori svolti da settembre che hanno creato enorme disagio ai residenti, alla viabilità e ai parcheggi, da circa un mese la situazione è ferma e oserei dire abbandonata nel tratto di via Pacini da Teodosio a via della Sila.

La notte tra sabato 6 e domenica 7 marzo il forte vento ha fatto cadere la recinzione sulla carreggiata, nella notte successiva è stata sistemata ma durante quella di Domenica 14 nuovo vento ha fatto cadere la recinzione presente sullo spartitraffico, per fortuna verso la strada e non sulle auto parcheggiate !!!

Il forte vento ha inoltre fatto cadere anche parte della recinzione nel tratto successivo da via della Sila verso P.le Gabrio Piola.

Chiedo si intervenga sull’impresa appaltante i lavori per fare in modo che i lavori procedano SPEDITAMENTE E SENZA ULTERIORI RITARDI, trovo grave che i cittadini da mesi abbiano cantieri e zone inaccessibili sotto le proprie abitazioni e che al contempo NON si svolgano lavori e l’area sia ABBANDONATA a se stessa

Chiedo si intervenga e si relazioni in merito

Marco Cagnolati
Consigliere Municipio 3 – Comune di Milano

.

 

2 thoughts on “Municipio 3: Cagnolati (FI) “Ancora disagi per il cantiere di via Pacini”

  1. e vero che ci hanno fornito un pass per i residenti riguardante la zona 31,pero’ non e’ servito a niente perche’ le righe blu danno accesso anche ai non residenti (basta pagare cosi’ si fa cassa),in diverse zone di milano oltre le righe blu vi sono quelle gialle che consentono il parcheggio ai soli residenti.io abito in via ampere,e tra il mercato del giovedi il casino di via pacini in piu’ non vi e’ una sosta per i residenti e un disastro,faccio presente che alcuni palazzi antichi non hanno ne box ne posto auto,un minimo di criterio ci vorrebbe e provvedere in merito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.