Perché il Comune tiene un quartiere in ostaggio lasciando Via Zama 23 nel degrado?

Fabrizio c'è Milano
Pubblichiamo il disperato appello di un cittadino che risiede vicino la scuola comunale di Via Zama 23.
Da 10 anni i residenti di Via Berlese e via Norico devono convivere con un degrado impossibile da sopportare. Il Comune, dopo aver tentato di barattare l’immobile per salvare il Centro Sociale Leonkavallo, in 10 anni non è riuscito a dare una destinazione all’immobile né a vendere la ex scuola.
C’è però un ultimo fatto che testimonia il disprezzo  di Palazzo Marino per le periferie. In questi anni l’amministrazione Sala non ha voluto nemmeno decidere la messa in sicurezza della Scuola: con qualche decina di migliaia di euro il Comune, proprietario dell’immobile, avrebbe potuto e dovuto sigillare l’edificio ed evitare degrado, pericoli, molestie a tutto un quartiere.
Situazione sanitaria scuola via zama 23 Milano
La presente per informarvi che, visto e considerato il quadro Pandemico attuale, all interno della struttura in oggetto, come è noto ci sono due interi piani e non solo adibiti a zone dove espletare i propri bisogni, dalle feci alle urine, inoltre vi sono centinaia di oggetti personali anche intimi accatastati insieme all’immondizia senza alcun controllo o disinfezione.

Giornalmente accedono in modo abusivo allo stabile dismesso svariati individui senza alcuna protezione delle vie respiratore come da DPCM ed inoltre sovente urinano nelle adiacenze della struttura o sputano a terra.
La situazione visto il momento è da considerarsi pericolosa e si richiede tempestivo intervento di sgombero e sanificazione in quanto la salute pubblica risulta essere a rischio.
Vogliamo precisare che i residenti hanno molti figli minori che spesso al ritorno dalla scuola incrociano, e ci hanno fatto notare come non rispettano le norme incutendo paura di contagio.
Spesso i pochi che indossano i sistemi di protezione delle vie respiratorie le buttano a terra al parco adiacente, aumentando quindi ancora di più il rischio.
Anche nella serata odierna la polizia di stato e intervenuta per i continui ingressi da parte di estranei nella struttura.
Cordialmente
LUCA MORETTI
Portavoce dei residenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.