“300 € di disturbo” (con video)

Milano Video

A pochi passi dell’ospedale Sacco, si trova la (ex) FIAR (Galileo avionica) una azienda pubblica di ingegneria militare dismessa da tempo immemore. Dalla sua chiusura il luogo è covo di senza legge, dove incendi, accoltellamenti e smaltimento illegale di rifiuti è quotidiano, così come i danni alle proprietà vicine, ma ORA c’è anche di peggio…

LE 2 SITUAZIONI Capannoni centrali – All’interno delle costruzioni in muratura diroccate, e tra le tettoie in eternit sorge un villaggio di casupole e capanne. In questo luogo sono stanziati i rom, circa una trentina (compresi bimbi) che convivono tra topi, scarafaggi e montagne di rifiuti. Massiccio l’uso per il riscaldamento e la cucina di bombole di gas e fuochi liberi. Per alimentare poi le TV, le radio e le consolle videogiochi c’è l’energia elettrica che giunge senza contatori e bolletta attraverso cavi (furti di energia pubblica ???)  e qualche generatore.

E BANDE TAMIL Strutture iniziali – All’ ingresso, nei diroccati piani del palazzo uffici, vi è la NUOVA (pericolosa) SITUAZIONE.

Il luogo è gestito da personaggi singalesi che fanno riferimento a gruppi terroristici del loro paese (Tigri Tamil).

Qui la violenza è visibile ed è metodo territoriale di difesa, così come l’utilizzo di armi da taglio e non solo…

Questo luogo, è il più pericoloso, infatti chiunque si trovi a percorrerlo, è costretto a pagare il ” pedaggio ” sotto minaccia di violenza ed aggressione in caso di rifiuto (vedi filmato).

Il gruppo presente è organizzato in cellule, pernotta in modo rapido, utilizza metodi militari, ed è notoriamente dedito allo spaccio e al racket dei suoi connazionali.

IN FINALE   Confermiamo che il problema di ordine e sicurezza e di sanità pubblica in questi anni è andato ad aggravarsi, URGE sgombero e messa in sicurezza il primo possibile, prima di dover assistere a qualche TRAGEDIA ancora più pesante …

www.cityreport.it             Conduce Tullio Trapasso, Riprese e Montaggio Paolo Rusconi, BodyCam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.