Mobilità: con apertura nuove ciclabili in aumento incidenti bici

Milano

Una media di 6 incidenti al giorno che riguardano le biciclette: 378 incidenti da giugno ad oggi, molti dei quali nelle piste ciclabili che il Comune di Milano continua a realizzare senza divisori con le auto.” Lo denuncia in una nota Massimiliano Bastoni, consigliere comunale e regionale della Lega, consultando i dati forniti da Polizia Locale e AREU. “L’ossessione della giunta di Beppe Sala per le piste ciclabili ha prodotto ad oggi solo danni e rischi per i ciclisti milanesi”, prosegue Bastoni. “La progettazione è gravemente deficitaria, come dimostrato dagli esempi di corso Buenos Aires e viale Puglie. Le corsie senza delimitazioni si rivelano pericolose e non incoraggiano l’uso della bici. Le piste ciclabili definite da una vernice diversa applicata sulle strade aperte alle automobili non sono affatto sicure.” Bastoni rileva come il Comune di Milano non riesca o non voglia prendere in considerazione il modello di infrastrutture con la pista ciclabile fisicamente separata dalla strada per le auto. “In Municipio 4 ad esempio la Lega ha più volte invitato senza successo l’assessore Granelli a introdurre un elemento di separazione come un bordo in cemento o ancora siepi, parcheggi, cancellate”, conclude Bastoni. “La formula migliore sarebbe quella di una pista leggermente sopraelevata rispetto alla strada. In questo modo i ciclisti sarebbero più sicuri e sarebbero più invogliati a utilizzare la bicicletta per i propri spostamenti. Al momento i circa 220 chilometri di tracciati ciclabili in tutta la città rischiano di portare i ciclisti direttamente al Pronto Soccorso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.