La città affonda mentre Sala fa il selfie con Soumahoro

Fabrizio c'è Milano
Venerdì la città è  finita sotto una bomba d’acqua che ha  fatto più danni del solito. Oltre ai sottopassi impraticabili, si è allagata l’Università Bicocca, le case Mm di PonteLambro, tantissime cantine private.  Come sempre ai disagi al traffico e al trasporto pubblico si è unito il problema dei blackout dovuti a cabine A2A collocate in basso e allagate.
Per di più stavolta, nonostante l’allarme della Protezione Civile, Mm, Amsa e Vigili sono intervenuti in ritardo.
Ma il Sindaco dove era? Beppe Sala era impegnato a Roma a portare Aboubacar Soumahoro dal Ministro dell’Interno Lamorgese. Obiettivo sostenere la richiesta di Soumahoro di regolarizzare tutti i braccianti clandestini d’Italia.
Questa vicenda è emblematica del modo effimero  di concepire il lavoro di Sindaco di Beppe Sala
Mentre la città affonda per mancanza di manutenzione e perché Sala in 4 anni non ha seguito l’attuazione del progetto Vasche sul Seveso, il Sindaco si scomoda a Roma  per una foto opportunity con Somahoro, una figurina da aggiungere all’Album della sinistra buonista e delle sardine.
Per avere un Sindaco che fa il Sindaco Milano dovrà aspettare il 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.