Ripartono i cantieri Aler per il recupero degli alloggi sfitti. A Milano pronto il 97% delle case

Milano

Alla data del  30 giugno 2020 risultano 4.069 gli alloggi popolari recuperati, sui 4.560 finanziati, si tratta cioè di una riqualificazione media regionale che supera l’89%. Questi i numeri aggiornati del Contatore on line, che è possibile consultare in diretta sul portale di Regione Lombardia (qui il link)

L’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità di Regione Lombardia, Stefano Bolognini ha commentato “Il recupero degli alloggi sfitti di proprietà delle Aler (Aziende lombarde per l’edilizia residenziale) su tutto il territorio regionale è ripreso a ritmo sostenuto, ora che i cantieri hanno riaperto a pieno regime, pur nel rispetto delle norme di sicurezza imposte dal Coronavirus” commenta .

 “Si tratta certamente di uno sforzo significativo – ha aggiunto Bolognini – che documenta la volontà, la determinazione e l’impegno che ci stanno mettendo il presidente Fontana, la Giunta e la struttura regionale per rendere fruibile l’intero patrimonio di Edilizia residenziale pubblica agli aventi diritto e a quanti già vi abitano”.

Il Contatore, come più volte è stato spiegato, aggiorna, ogni mese, il numero degli alloggi sfitti di proprietà delle Aler, che sono stati ristrutturati e messi così a disposizione per l’assegnazione.

“A giugno – ha chiarito l’assessore – sono stati ristrutturati 59 appartamenti, facendo lievitare il numero di quelli disponibili dai 4.010 del mese di maggio ai 4.069 attuali. Un incremento significativo, che indica una robusta ripresa dei lavori e delle ristrutturazioni, dopo la fine dell’emergenza”.

La percentuale degli appartamenti recuperati suddivisi per Aler, vede in testa con il 98% quella che riunisce Varese, Como, Monza e Brianza, Busto Arsizio, segue Milano (che include i comuni della Città Metropolitana) con il 97%.

Nel dettaglio i dati delle ristrutturazioni nelle cinque Aziende lombarde per l’edilizia residenziale sono:

Bergamo – Lecco – Sondrio 238 su 292 (82%);
Brescia – Cremona – Mantova 389 su 599 (65%);
Milano 2.608 su 2.682 (97%);
Pavia – Lodi 191 su 329 (58%);
Varese – Como – Monza Brianza – Busto Arsizio 643 su 658 (98%).

La percentuale dei lavori conclusi nei territori provinciali, documenta che le opere sono state ultimate nelle province di Como, Sondrio e Varese. Seguono Milano Città Metropolitana con il 97%, Monza e Brianza con il 93%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.