Mentre i milanesi ce la mettono tutta, i tuoi video inutili, caro Sala, hanno stancato

Milano

E’ un tour per incontrare, capire, mescolarsi nel reale con i tanti che hanno per fortuna la possibilità di lavorare. E’ questo il senso dell’inizio della trasmissione Diritto e Rovescio condotta da Paolo Del Debbio. Le persone hanno il furore e la gioia di fare, parlano con il presente ”Ce la mettiamo tutta”, hanno la consapevolezza di costruire con le proprie forze, le proprie fatiche. E’ il quotidiano che esalta il tempo, la volontà. “Ce la mettiamo tutta” il ritornello, questo sì, che accomuna gli italiani. Milano rinascerà con i calli alle mani, la ferita del sacrificio e forse, chissà quando, per le briciole di contributi distribuite. Ecco Sala, questo è il potenziale che portano in dote i milanesi. E i tuoi “discorsi” asettici, avulsi dal reale, declamati da manager che possiede la verità, hanno veramente stufato. Mai un guizzo d’ironia, una proiezione immediata, un calore umano di partecipazione. Un po’ di entusiasmo solo per la rivoluzione molto discutibile operata con le piste ciclabili e la convinzione che quel video mattutino faccia digerire le tante criticità della città. La rabbia sociale aumenta, il degrado annega Milano, il 20% degli alberghi è chiuso, i ristoratori combattono contro la burocrazia e i limiti del distanziamento e ritornano in piazza. Questi sono problemi, non quelli delle femministe, che vomitavano insulti indirizzati a Montanelli. E intanto gli ultimi sono ridotti a fare i barboni per mangiare. I milanesi, se messi in condizione di operare “Ce la mettono tutta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.