Fabrizio Sala: nostra app “Allerta Lom” in evoluzione, con 930 mila utenti importante per “fase 2”

Lombardia

Il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala ha spiegato che a fronte di 930 download dell’app Allerta Lom sono stati compilati 1,7 mln questionari (ogni utente può aggiornare il questionario una volta al giorno) “I dati contenuti nei questionari – ha spiegato – saranno utilizzati da virologi, scienziati, università e componenti del Tavolo di lavoro per mappare il rischio del contagio da Coronavirus e prepararci alla ‘Fase 2’, quella del ritorno a una ‘nuova normalità’. Sala ha inoltre riferito che si sta lavorando per aggiungere altre funzioni ad ‘AllertaLOM’. “I nostri esperti – ha detto Fabrizio Sala – stanno collaborando per consentire che utilizzando un solo smartphone più persone possano compilare i questionari: familiari che non hanno dimestichezza con l’utilizzo di queste funzioni del loro dispositivo, come parenti anziani o figli in giovane età potranno contribuire al nostro progetto aggiornando quotidianamente i loro dati”. “Nei primi giorni della prossima settimana – ha preannunciato – rilasceremo un aggiornamento dell’app che includerà questa opzione, oltre a consentire a chi è residente in Lombardia ma lavora oltre confine di poter partecipare a ‘CercaCovid’, così come a chi sta lavorando in Lombardia ma risiede in altre Regioni. A parte, mercoledì o giovedì prossimi, effettueremo un rilascio dell’app che consentirà anche ai telefonini Huawei che hanno un sistema operativo proprio di poter scaricare ‘AllertaLOM’ sinora disponibile per sistemi Ios e Android”. In questi giorni – ricorda inoltre la Regione – le compagnie che gestiscono la telefonia mobile stanno inviano un SMS ad ogni persona presente sul territorio lombardo per invitarla a scaricare la app con cui partecipare al progetto ‘CercaCovid’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.