Cani, Comazzi: su patentino Dipartimento Veterinario ATS all’oscuro di tutto. Da Comune sciatteria inaccettabile

Zampe di velluto
“II Comune di Milano ha da poco introdotto (all’interno del nuovo regolamento per la tutela degli animali) un ‘patentino obbligatorio’ per i detentori di fantomatiche ‘razze pericolose’. Una scelta assurda, che penalizza circa 30mila proprietari di animali. Come se non bastasse, contrariamente a quanto assicurato dal Garante, il Dipartimento Veterinario dell’Ats afferma di non essere mai stato contattato dal Comune in merito alla programmazione e alla formazione obbligatoria di tre giorni per i cittadini che dovranno conseguire il patentino. Palazzo Marino non si sarebbe confrontato con loro neppure sulla fattibilità del provvedimento” afferma Gianluca Comazzi, consigliere comunale di Milano e capogruppo di Fi in Consiglio regionale. “Siamo di fronte all’improvvisazione pura: la giunta Sala lancia una proposta rigettata dalla maggioranza dei proprietari di animali senza neppure confrontarsi con gli operatori che dovrebbero formare i cittadini. Da un’istituzione prestigiosa come il Comune di Milano – prosegue l’azzurro – questa sciatteria è inaccettabile. La sinistra – conclude – chieda scusa e faccia un passo indietro, evitando di pronunciarsi su temi che palesemente non conosce”.

1 thought on “Cani, Comazzi: su patentino Dipartimento Veterinario ATS all’oscuro di tutto. Da Comune sciatteria inaccettabile

  1. Il problema è che molti proprietari di cani di piccola taglia dovrebbero seguire loro un corso di educazione per gestire i propri cani che, con la scusa che tanto sono piccoli e per tanto buoni si sentono autorizzati a usare i guinzaglio estensibiliche sono illegali dal 2012 se non addirittura liberi senza alcuna gestione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.