Milano Post

Il Bridge italiano protagonista a Milano. Torneo benefico a favore della Vidas

In ricordo del grande maestro Franco Di Stefano, torneo speciale a scopo benefico che si terrà Domenica 19 Gennaio presso la sede dell’Associazione Bridge Institute 2000.

120 coppie hanno già aderito al torneo speciale a scopo benefico che si terrà Domenica 19 Gennaio presso la sede dell’Associazione Bridge Institute 2000, Circolo Culturale “I Navigli” in via Edmondo de Amicis, 17. Il ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione VIDAS, che offre Assistenza completa e gratuita ai malati terminali

Sono trascorsi quasi tre mesi dalla scomparsa del grande Maestro Franco Di Stefano, eccellenza poliedrica del Bridge. In suo ricordo, gli amici, gli Allievi, i soci del club Bridge Institute 2000, da lui fondato, le persone che lo hanno conosciuto e stimato nel mondo di questo sport (il Bridge è riconosciuto come tale dal CONI sin dal 1993) hanno deciso di organizzare un torneo speciale a scopo benefico. Domenica 19 Gennaiol’Associazione Bridge Institute 2000 aprirà le sue porte a tutti i giocatori italiani per il grandioso torneo di beneficenza organizzato in memoria del suo fondatore. Franco Di Stefano è stato campione italiano ed europeo, in passato Consigliere nazionale della Federazione Italiana Gioco Bridge, autentico faro della didattica, tanto per gli Allievi che per gli insegnanti. Messinese di nascita, ma milanese d’adozione, Di Stefano ha fondato l’Associazione Bridge Institute 2000, che ha sede presso il Circolo culturale “I Navigli” in via Edmondo de Amicis, 17. 

Ci stiamo tutti impegnando affinché la Scuola Bridge Institute 2000 prosegua nella sua missione di diffondere questo bellissimo sport con il metodo e i valori di Franco” ha dichiarato Patrizia Azzoni, Consigliere Nazionale FIGB Responsabile del Settore Insegnamento, nonché Vice Presidente dell’Associazione Bridge Institute 2000. “Per quanto riguarda il torneo, ogni tesserato dell’Associazione si sta impegnando per accogliere nel modo migliore i nostri numerosissimi ospiti. Desideriamo che questo evento diventi un appuntamento fisso, per ricordare Franco ogni anno e al contempo fare del bene.” L’incasso del torneo sarà interamente devoluto all’Associazione VIDAS, che offre assistenza completa e gratuita ai malati terminali. La risposta di partecipazione è superiore alle attese: ben 120 coppie hanno già confermato la propria presenza, così facendo registrare il “tutto esaurito”. E sono molti i giocatori che si sono iscritti alla lista d’attesa del torneo, sperando si liberi un posto al tavolo verde. Saranno presenti i figli di Franco: Alberto, che ha raccolto il suo testimone di Presidente dell’Associazione Bridge Institute 2000, e Nicola, Consigliere dell’Associazione, nonché esperto informatico al servizio della Federazione Italiana Gioco Bridge (FIGB).

I bidding box (gli speciali strumenti che, insieme alle carte, costituiscono “l’attrezzatura” del bridgista) saranno aperti alle 14.30.