Corvetto: spacciatore cerca di comprare poliziotti con 3400 euro, arrestato

Cronaca

La polizia lo stava già tenendo sott’occhio, con una volante che lo seguiva fin da quando, a bordo della sua costosa autovettura, era partito  dalla sua casa di Rodano per venire a Milano, nel quartiere Corvetto.

Lui, un marocchino di 43 anni, regolarmente residente nel nostro Paese, era appena uscito da un locale notturno nel quale era entrato poco prima, quando i poliziotti lo hanno bloccato e sottoposto a una perquisizione, trovandogli addosso pochi grammi di hashish. L’indagine si è poi allargata all’abitazione dell’uomo dove invece erano nascosti quasi due chili di erba, alcuni grammi di cocaina ed un bilancino di precisione, oltre a una bella cifra in contanti, circa 3400 euro, probabile frutto dello spaccio,  che il nordafricano teneva nascosti in bagno.

E’ stato a questo punto che il 43enne ha creduto di poter comprare il silenzio degli agenti, offrendo loro tutti i contanti ritrovati, ma è finito ingloriosamente in manette e adesso dovrà rispondere, oltre che dell’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, anche di quella di istigazione alla corruzione.

Prosegue senza sosta l’attività volta al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte delle forze dell’ordine milanesi. Prima delle feste natalizie infatti la squadra mobile di Milano ha tratto in arresto 14 persone, tutte per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, come due italiani che nascondevano all’interno del loro appartamento 68 piante di marjuana. Un altro, sempre italiano, è stato trovato con più di 4 kg di stupefacente fra hashish, marjuana, cocaina ed ecstasy, oltre a circa 16mila euro in contanti.
A Pioltello invece un 32enne è stato beccato mentre spacciava droga a un cittadino egiziano: il pusher che nascondeva in casa una notevole quantità di stupefacenti, è stato arrestato, mentre per lo straniero è immediatamente scattata presso la Prefettura la segnalazione di consumatore di sostanze illecite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.