Ambientalisti a parole, tagliatori di alberi all’evenienza

Fabrizio c'è Milano
Nuova puntata dell’amministrazione green che però ama le motoseghe!!
In Via dei Ciclamini, zitti zitti, gli assessori green Maran e Rabaiotti vogliono tagliare 35 alberi di alto fusto e spostarne 17.
Come mai? Per dare le volumetrie necessarie alla realizzazione di un progetto di edilizia privata sul Naviglio Grande: in Via San Cristoforo serviva fare una permuta tra un terreno della Fondazione Biffi sul Naviglio e uno del Comune. C’è un piccolo problema: l’area comunale è un parco alberato davanti a un plesso scolastico e molto frequentato da bambini e residenti.
Qualche mese fa i consiglieri di Forza Italia del Municipio 6 Antonella Buro e Gaetano Bianchi si accorgono dell’anomala permuta. Assieme ai colleghi Esposito, Prati e Di Renzo organizzano presidi e volantinaggi. Anche le altre opposizioni si svegliano e nasce un comitato di residenti.
Come mai, si chiedono tutti, l’Assessore che ha lanciato Forestami vuole tagliare e spostare una cinquantina di piante di alto fusto?
Semplice: il progetto della Corte Verde sul Naviglio è firmato dalla Archistar PD Stefano Boeri. Ora si spiega la velocità decisionale e lo scarso coinvolgimento del Municipio 6, affermano in Commissione Bianchi e Buro.
Ora non rimane che capire come si schiereranno in Consiglio Comunale i consiglieri di sinistra su un documento di FI che chiede di salvare il Parco e realizzare l’ampliamento della Rsa della fondazione Biffi in una delle tante aree comunali da riqualificare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.