Benedetto Marcello: su spaccio e riqualificazione la Giunta sfugge agli impegni presi

Fabrizio c'è Milano
Anche Striscia la notizia si è  accorta della scandalosa situazione dei giardini di Via Benedetto Marcello.
Un gruppo di spacciatori si è  installato nell’area giochi per l’infanzia situata nella zona Nord della via, all’angolo con via Petrella.
In mezzo ad altalene e scivoli i pusher di colore la fanno da padrone con la tracotanza di chi ha capito che in Italia a fare queste attività non ti succede niente.
Residenti e comitato chiedono di mandare via gli spacciatori ma dal Comune rispondono burocraticamente che non è affar loro. Come se la presenza di spacciatori a fianco di mamme e piccoli non fosse un evento straordinario contro cui utilizzare Vigili e pretendere una presenza continua delle forze dell’ordine.
In Benedetto Marcello però si consuma da tempo un’altra battaglia fra comitato residenti e Comune. Da decenni infatti il bel disegno liberty dell’aiuola centrale ha lasciato il posto a una spianata per ospitare il mercato ambulante. Ora i residenti, dopo tanto parlare di green,  vorrebbero piantare anche qui un po’ di alberi.
Incredibilmente l’Assessore Maran, quello che ha eliminato tanti posti auto e che oggi propone il piano di forestazione urbana, in Via Benedetto Marcello ha invece spacciato come progetto di riqualificazione la semplice asfaltatura del parterre.
Perché qui l’amministrazione si è rimangiata la promessa della riqualificazione verde? Semplice: perché l’associazione degli Ambulanti, Apeca, è una corporazione da tempo schierata a sinistra e la Giunta ha paura di perdere il loro (presunto) consenso modificando anche di un centimetro l’importante mercato scoperto di Benedetto Marcello.
Per questo Sindaco e Assessori hanno fino ad oggi eluso tutte le richieste che un combattivo comitato ha formulato in maniera bipartisan. E per obbligare la Giunta a chiarire le sue effettive intenzioni ho chiesto una commissione consiliare da tempo, ma Maran continua a sfuggire.

1 thought on “Benedetto Marcello: su spaccio e riqualificazione la Giunta sfugge agli impegni presi

  1. Ci si è forse dimenticati di dire che la cacciata degli ambulanti dal parterre dove ora ha sede il giardinetto da parte di un comitato di cittadini al grido di
    ” via il degrado”
    ha favorito situazioni come quella di cui sopra.
    “chi è causa del suo mal pianga se stesso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.