Cosa resta dell’efficienza Meneghina dopo Sala?

Milano

Riceviamo e pubblichiamo un’interessantissima analisi del consigliere del Municipio 7 Franco Vassallo sul servizio idrico. Un tempo fiore all’occhiello della città, cosa ne resta oggi?

Già la giunta Pisapia fece scelte fallimentari, come prolungare la gestione del Servizio Idrico a MM per trent’anni, per poi procedere con l’affidamento del patrimonio immobiliare sempre a MM.

Siccome i guai non vengano mai da soli, il suo successore, il ben noto “Peppone Bottazzi da Milano ”, ha ben pensato di affidare anche la manutenzione dell’edilizia scolastica a MM… come si dice “dalla padella alla brace”.

Già affidare e prolungare la gestione del Servizio Idrico Integrato a MM per trent’anni la dice lunga per un semplice motivo: la gestione dell’acqua ha sempre prodotto utili !!!!!!!!!!!!!!!!

La diretta gestione del servizio idrico da parte del Comune di Milano, permetteva annualmente di riutilizzare gli utili nei settori più sofferenti, come l’Edilizia scolastica e abitativa o politiche sociali, pertanto un ritorno indiretto nelle tasca dei cittadini.

Oggi, a causa di una politica sbagliata, abbiamo case e asili in totale degrado, allagamenti, infiltrazioni, cornicioni che si staccano, coperture da rifare, ascensori fermi o malfunzionanti, riscaldamenti difettosi e citofoni guasti. Proprio una mancata manutenzione, sia ordinaria che straordinaria.

Oramai le lamentele e le preoccupazioni degli inquilini e dei genitori degli alunni sull’attuale gestore, sono all’ordine del giorno.

Ritornando agli utili generati dalle bollette dell’acqua, sarebbe interessante saper come vengono utilizzati i soldi dei contribuenti, visto alcuni episodi non troppo confortanti, come il noleggio delle Fiat Panda o il principesco premio da 110 mila euro del precedente presidente o come MM continui a perseverare nell’utilizzare il Sevizio Idrico come un bancomat.

E’ evidente che tra premi, consulenze, contratti di servizio faraonici, appalti e investimenti sbagliati e cene di BENEFICIENZA a carico dei cittadini, ci si accorge di quanti interventi di manutenzione si sarebbero potuti fare nelle case o scuole, invece nisba, i cittadini continuano a pagare come Pantalone, senza cena e qualche volta al freddo. Auguri di Buon Natale a tutte quelle periferie trascurate e dimenticate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.