Borsa: quali sono le aziende italiane su cui investire nel 2020?

Economia e Diritto

Dopo un periodo abbastanza difficile per il mondo degli investimenti, il futuro sembra essere tornato roseo. Secondo le prime previsioni, infatti, il 2020 sarà un anno di rinascita con una lenta, ma sostanziale, crescita del PIL. Occhio però, a scegliere su quali aziende investire nel nuovo anno. Ci sono, infatti, aziende che riescono sempre comunque a destreggiarsi in quanto le vendite all’estero le aiutano in modo sostanziale e su quello fanno conto.

Sebbene il mercato azionario domestico soffra ancora per la più forte crisi economica, ormai da un decennio, alcune aziende paiono godere di salute buona per un possibile investimento. Il settore energetico, come confermano tutte le notizie della Borsa italiana presenti qui, con l’azione Enel, fa ben sperare in vista del nuovo anno.

La prima azienda sulla quale puntare è Leonardo. Si tratta della più importante industria high-tech italiana. Con un fatturato di 17 miliardi di euro nel 2018 , è proprietà dello Stato italiano che ne detiene oltre il 30% di azioni, in quanto produce sistemi d’arma, satelliti, comunicazioni ed è quindi la più importante azienda strategica militare e di intelligence del nostro paese.

Una buona idea sarebbe investire nel gruppo Poste Italiane. Questo titolo ha una buona solidità, ed è un settore in profonda trasformazione, allontanandosi sempre più dal tradizionale core business. Sebbene il 2016 sia stato per la rispettiva azione non proprio positivo, con un calo di circa il 10% dopo l’avvio delle quotazioni, le previsioni per quest’anno degli analisti sono orientate sul Buy, con un forte supporto dei grandi investitori di Poste Italiane.

Stesso discorso per le azioni delle Ferrovie Italiane. È prevista, infatti, una privatizzazione parziale del capitale della società. Gli analisti considerano l’operazione di offerta al pubblico molto simile a quella di Poste Italiane. La società mostra una forte azione commerciale, con forti investimenti di settore, che dovrebbe contrastare la concorrenza di Italo. Criterio ottimale per individuare altre azioni di aziende italiane su cui puntare è quello di studiare le quotazioni del passato, al fine di poter dedurre segnali di rafforzamento del corso dell’azione. Dallo studio, e osservazione, si è in grado di individuare aziende il cui valore azionario è in crescita, e su cui puntare.

Come non citare poi un marchio storico come Ferrari: è senza dubbio il brand più famoso nel mondo nel 2018, più di Apple, più di Google, più di Coca Cola, il brand più conosciuto in tutto il pianeta è Ferrari che oltre a vendere auto vende un sogno di bello che è solo italiano. La più importante industria italiana, non certo per fatturazione, ma come importanza per l’intero paese, che basa la sua economia su export, turismo e moda. Investire in azioni Ferrari significa investire in un marchio che vende sempre più macchine ogni anno che passa, anche se sono super sportive di lusso che costano prezzi esorbitanti.

Altro marchio su cui puntare è Luxottica. È leader mondiale degli occhiali da sole e da vista, è una delle aziende italiane più conosciute al mondo. In alcuni casi è accusata anche di monopolizzare il mercato, ma la forza di questa azienda basta guardarla dalle suo quotazioni, che danno sempre buone soddisfazioni agli investitori.

Brembo, invece, è il produttore italiano numero uno per quanto riguarda i freni. Questi, per auto, moto, camion, sono considerati tra i migliori del mondo, dalla Formula 1, ai Gran Premi di moto, fino alle auto che incontriamo nelle strade delle Nostre città, tutte le migliori marche montano i freni Brembo, per questo l’azienda viene ancora considerata un buon investimento.

Lo sport attira sempre più persone. Per questo motivo sarebbe buona idea investire su Technogym, uno dei leader mondiali di attrezzature per palestre. L’economia della salute e benessere, è una di quelle che in Italia non sembra conoscere crisi anzi, è una delle poche che ha retto alla crisi economica del paese e ha continuato ad espandersi. Ovviamente il valore delle azioni Technogym non è solo dovuto al mercato italiano ma soprattutto a quello mondiale.

Restando nel mondo dello sport vi consigliamo i titoli della Juventus. Questi seguono in modo indelebile l’andamento della squadra, che ha importanti introiti grazie al fatto che praticamente tutti gli anni sta vincendo lo scudetto, quindi può giocare in Champions League, vista da decine di milioni di telespettatori europei. Anche per il 2020 ci saranno quindi buone possibilità di guadagni su questo titolo.

Occhio anche ai titoli ENI, il colosso energetico italiano, con capitale ancora controllato come azionista di maggioranza relativa indirettamente dallo Stato italiano. Ha importanti contratti a livello internazionale di estrazione, raffinazione e distribuzione di petrolio. Una certezza per quanto riguarda i titoli legati al petrolio.

Un settore che traina il mercato borsistico italiano è quello dei media. Un’azione su cui riflettere è RCS, sebbene al momento l’azione è sopravvalutata dopo il tentativo del Gruppo Cairo di scalare la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.