Taxi, Comazzi: “No a nuove licenze. Sinistra esca dai palazzi e si confronti con sindacati di categoria

Milano

 “Un mese fa il Consiglio regionale ha approvato una mozione di Forza Italia che tutela i tassisti milanesi, impedendo alla giunta Sala di rilasciare 500 nuove licenze. La sinistra milanese – che avrebbe voluto decidere in maniera unilaterale – non si rassegna all’idea e continua imperterrita su questa linea disastrosa, che andrebbe a inflazionare il mercato danneggiando centinaia di lavoratori” afferma Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. “Come evidenziano anche i rappresentanti di Taxiblu, parlare di mobilità senza fare una seria analisi sulle attuali condizioni della viabilità urbana significa guardare il dito senza vedere la luna. Oggi il traffico – prosegue Comazzi – è penalizzato da un numero incredibile di cantieri (tra cui quelli, particolarmente impattanti, della M4): rilasciare centinaia di nuove licenze potrebbe avere effetti devastanti in futuro; per questo Regione Lombardia, prima di prendere una decisione così importante, affiderà alla società PoliS il compito di effettuare una ricerca accurata, in modo da avere un quadro preciso dello stato dell’arte. Perché il sindaco – conclude l’azzurro – non prende in considerazione la proposta avanzata da alcune sigle sindacali relativa a una pianificazione dei turni? Una misura efficace e reversibile, qualora le condizioni dovessero mutare. La sinistra milanese esca dai palazzi e apra un serio confronto con i sindacati di categoria: intestardirsi su posizioni che tutti reputano dannose sarebbe segno di miopia politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.