Manifestazione Coldiretti, anche Regione Lombardia in piazza con gli agricoltori 

Lombardia

“È ora che i rappresentanti del Governo la smettano di fare gli ambientalisti da salotto e affrontino seriamente la diffusione ormai incontrollata dei cinghiali. Siamo di fronte ad un’emergenza nazionale, che sta causando danni serissimi ai raccolti agricoli, agli allevatori e ai cittadini, causando anche gravissimi incidenti stradali”. Lo dichiara Giovanni Malanchini, Consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia, che questa mattina, su delega della Commissione regionale Agricoltura, ha partecipato alla manifestazione Coldiretti a Piazza Montecitorio a Roma per manifestare contro l’invasione dei cinghiali e più in generale degli animali selvatici.

“Purtroppo il problema non viene affrontato con un approccio scientifico ma ideologicamente: il cinghiale arreca danni ingenti all’agricoltura ma anche ad altre specie. In taluni casi e in alcune zone non dovremmo neppure parlare di contenimento dei cinghiali ma di eradicazione – conclude – Regione Lombardia ha fatto tutto ciò che era possibile per affrontare questa emergenza. Ora basta chiacchiere, il Governo faccia la sua parte”.

“Il proliferare del cinghiale é un problema serio, che mette a rischio il lavoro di agricoltori e allevatori. Questa emergenza – aggiunge il presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Lombardia, Ruggero Invernizzi –  è stata più volte affrontata anche in Commissione Agricoltura, che oggi ha voluto essere in piazza a Roma accanto a Coldiretti per portare all’attenzione del legislatore il tema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.