Saltano gli straordinari ai Vigili, feste di via in difficoltà

Fabrizio c'è Milano
Abbandono della periferia e disinteresse verso il commercio, soprattutto quello piccolo.
Questo è il timbro della giunta di sinistra che governa Milano da 8 anni.
Una ennesima riprova arriva dalle feste di via. Una tradizione milanese iniziata negli anni ’90 per portare la domenica animazione e aggregazione nelle vie periferiche, dando opportunità ai piccoli negozi ed evitando che tutti debbano recarsi nei centri commerciali.
Le giunte Pisapia e Sala prima hanno partorito regole macchinose per poter svolgere tali feste di via o addirittura di parrocchia: oggi per organizzarle bisogna produrre più scartoffie che per quotarsi in Borsa. Poi sono aumentati i costi di occupazione suolo, Vigili e Amsa, rendendo difficile programmare tali eventi.
Per dare una mano a questi eventi e rianimare quartieri dormitorio Forza Italia aveva chiesto e ottenuto che nel bilancio 2019 venisse istituito un fondo di 150.000 euro per finanziare gli straordinari dei Vigili Urbani che presidiano le feste.
Una voce importante che incide per 10/12000 euro su ogni festa.
Dopo 8 mesi l’Assessore Scavuzzo non ha ancora messo a disposizione i fondi.
Così saltano momenti di animazione in periferia e si danneggiano quartieri e commercio tradizionale. Inoltre vengono a mancare anche entrate per Comune e Amsa. Sono 9 le feste già saltate per questi motivi e altre 2 sono state annullate domani, via Venini e via Montegani. Grazie all’impegno dell’organizzatrice Rosalba Primerano invece si svolgerà domani la festa di corso Lodi.
Anche questo è un regalo della sinistra alle periferie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.