Filippo Penati, ex presidente della Provincia di Milano, è morto a 66 anni.

Politica

Nella notte alla Multimedica di Sesto San Giovanni è morto Filippo Penati, ex presidente della provincia di Milano,  sindaco di Sesto San Giovanni e capo della segreteria politica di Pierluigi Bersani quando era segretario del Pd. Nato a Monza nel 1952, Penati era malato da tempo.
“La scomparsa di Filippo Penati è un evento che mi addolora. Il primo pensiero va ai familiari e agli amici, a cui esprimo il mio cordoglio” afferma Gianluca Comazzi, capogruppo di Fi in Regione Lombardia. “Pur da posizioni politiche opposte ho sempre riconosciuto a Penati una grande capacità politica e organizzativa. La politica milanese perde una persona attenta e preparata”.

Nel 2011 erano iniziati per Penati diversi guai giudiziari, a partire da quelli per un presunto sistema di tangenti, il cosiddetto ‘sistema Sesto’, per cui in parte è stato assolto e in parte è andato in prescrizione. Lo scorso luglio la Corte dei Conti della Lombardia lo condannò in appello, insieme ad altre 11 persone per la vicenda della compravendita del 15% delle azioni della Milano-Serravalle dal gruppo Gavio che risale al 2005. In quell’occasione Penati rivelò pubblicamente la sua malattia: “Un anno fa – spiegò – mi è stato riscontrato un cancro, e i medici concordano che è anche conseguenza della mia vicenda giudiziaria. Da un anno sto combattendo. Questa è la sfida più importante della mia vita. Della vicenda Serravalle – aveva concluso – si occuperanno i miei legali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.