C’era una volta “La busa noeuva”

Milano

C‘era una volta la “busa noeuva” , ma cosi nuova che, accidenti, chi ci pensava ci fosse una buca…Nanni Svampa  è il cantastorie di una Milano ancora romantica, con il sospiro lieve e scanzonato del milanese che canta con ironia la piccola realtà quotidiana, sai, quella che può capitare a te, a me, a chiunque, con il “dramma” del poi, della burocrazia, dell’assenza di manutenzione e di presenza dell’attenzione da parte dell’amministrazione. Ma al ritmo della bossanova, una chitarra e un sorriso cantiamo “In la mia strada gh’è ona busa noeuva,/’na busa noeuva che ier la gh’eranò:/l’hoo minga vista, porca d’ona Eva,/ quella busa noeuva, e PAM!, son borlaagiò./Tutt incazzaa hoo dii: “Voo in del sindich”/m’hann dii de andà a parlà a ‘n sportell;
sontandaa là e gh’hoo dii: “Ma come! /Gh’è in gir i bus senza cartell?! E inizia l’odissea ieri come oggi. Il Sindaco’ ? Meglio lasciar perdere, ma la botta fa male “El fa “Ma a mì, cosa m’importa/de la soa busa, cosa gh’entrimì? /Che ‘l vaga su al quint pian, segonda porta:/l’è competenza del reparto C!”

E lui, diligentemente va su e giù, dal quinto piano al quarto, sbattuto da un ufficio all’altro “Ghe l’hoo dii a tucc mì: “Gh’è ona busa noeuva,/ona busa noeuva che jer la gh’eranò,/in de la mia strada; bisognaria quattalla,/ Se nò, porca sidella, doman l’è lì ancamò.” Fina a quando qualcuno suggerisce di portare una domanda scritta. Ma ascoltiamo la conclusione:

“E mì hoo scritt giò che gh’è ona busa noeuva,

ona busa noeuva che jer la gh’eranò,

in de la mia strada; ghe voraria ona foto,

ma la mia machinetta l’è rotta e podi nò!

Son vegnuu via incazzaa ‘me on negher

Sontandaa a cà e l’era an’mo lì.

El passava on ghisa, gh’hoo dii: Ch’el senta!”

L’ha minga vista, l’è andaa denter fin chì.

E mì g’hoo dii: ‘A l’è ona busa noeuva,

ona busa noeuva che jer la gh’eranò.

Adess ch’elgh’è andaa denterlù che l’è on ghisa,

ch’el vaga e ghe le disa de quattalla giò!”

Con tutte le buche nuove ogni giorno, che facciamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.