A 19 anni si butta dal 5° piano: la madre gli aveva tolto il computer

Cronaca

Un giovane di 19 anni ha tentato il suicidio buttandosi dal quinto piano della sua abitazione, a Torino. Al momento è  ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale cittadino Cto. Lo riferisce il Corriere della Sera. Dietro al tragico gesto, secondo il quotidiano, ci sarebbe il tentativo della madre di togliere al giovane la tastiera del computer, di fronte al quale sembra trascorresse tutto il giorno perché affetto da sindrome di Hikikomori, che letteralmente significa stare in disparte, isolarsi davanti al computer.

Ruben vive solo con la madre, in un alloggio popolare. Ha smesso di studiare e non ha mai cercato un lavoro. “Stava al computer dal mattino alla sera, e quando la madre gli diceva che doveva smettere, a volte le alzava le mani”, dice una vicina.

Poco prima delle 16 di sabato pomeriggio l’ennesimo litigio. La mamma ha cercato di staccarlo dal computer, ma non è riuscita a convincerlo. Allora si è impadronita della tastiera, strappandola dalla scrivania. E’ stato allora che il 19enne ha preso la rincorsa e si è lanciato dal balcone. Dopo un volo di cinque piani, ora si trova ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Cto. (Fonte Corriere della Sera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.