Altri 200 posti auto in meno su Alzaia Naviglio Pavese. Arriva la ciclabile Milano-Venezia

Fabrizio c'è Milano

Nuovo taglio di parcheggi in vista. L’Assessore Granelli, completamente inattivo nella manutenzione delle strade, ha invece individuato una nuova priorità nelle opere pubbliche da finanziare a spese del contribuente: la nuova pista ciclabile Via Darwin/Alzaia Naviglio Pavese/Via Fra Cristofaro e Via Gattinara che fa parte addirittura del progetto di Vento, la ciclovia Venezia Torino.

Tralasciamo di domandarci in quanti vanno da Milano a Venezia in bici e quanto costerà questo monumento allo spreco. Concentriamoci su Milano, dove questo giochetto costerà 5,5 milioni, di cui 2,5 milioni il primo lotto, quello che sta per andare a gara e inserito nelle priorità del bilancio 2019 (già approvato).

La nuova pista ciclabile eliminerà 200 posti auto irregolari (dove però si parcheggia tutti i giorni) e dovrebbe ricavare una cinquantina di posti su righe gialle aggiuntive trasformando in lisca di pesce il lato destro di Alzaia Naviglio Pavese. In un quartiere dove ogni giorno centinaia di pendolari  parcheggiano l’auto per poi prendere i mezzi o la M3 ad Abbiategrasso è un ulteriore motivo di congestione. Ricordiamo che le decisioni errate della sinistra sui parcheggi di interscambio a Piazzale Abbiategrasso hanno obbligato a prevedere la costruzione di un miniparking da soli  100 posti .

Quante bici useranno questa pista milionaria? Questo tipo di studio costi/benefici, da me più volte richiesto, non viene mai svolto a Milano perchè, come mi rispose Granelli, “sono giuste a prescindere”.  Tra l’altro va detto che la Alzaia Naviglio Pavese non è trafficatissima.  Ora l’unica mitigazione possibile è quella del Municipio 5.  L’Assessore alla Mobilità Giovanni Esposito e diversi consiglieri FI hanno chiesto che il Comune, prima di avviare i lavori, effettui una rapida ricerca di aree alternative per la sosta dei residenti. Ma si sa che Granelli e il Comune già ascoltano poco i municipi, figuriamoci se c’è da sperperare un po’ di soldi per togliere centinaia di posti e bloccare il traffico con lavori infiniti.

1 thought on “Altri 200 posti auto in meno su Alzaia Naviglio Pavese. Arriva la ciclabile Milano-Venezia

  1. Venerdi’ 21 giugno,presso la sede di ALTAVIA ITALIA SRL ALZAIA NAVIGLIO GRANDE 78/3
    Si è tenuta una commissione istruttoria sulla nuova pista ciclabile classificata VEN.TO.
    Le immagini proposte davano l’idea di un paradiso che non c’è.
    Allo scopo di rendere ciclabile la sponda del naviglio si prospetta un’opera di riqualificazione della sede stradale tale da eliminare oltre duecento posti auto , molti dei quali in divieto di sosta, che comunque servono.
    Il risultato finale sarà sicuramente soddisfacente per i “moltissimi? “ fruitori della pista.
    Per la maggioranza degli abitanti ci sarà un sicuro aumento dell’inquinamento ,un peggioramento della circolazione a seguito della presenza di:
    restringimento della sede stradale affiancata da auto in sosta lineare su due lati
    creazione di un micidiale imbuto in caso di incidente su quel tratto, mancherebbe lo spazio necessari per le manovre di scorrimento e per i soccorsi
    velocità ridotta che provoca sicuramente più inquinamento
    non dichiarata disponibilità di offrire ai posteggiatori in divieto un diverso sito per parcheggio regolare
    creazione di parcheggi a pettine meno fruibili di quelli a spina di pesce
    nella zona della scuola creazione di parcheggi per gli impiegati, un minimo per i genitori che accompagnano i figli??????no no no!
    Sicuramente l’obbiettivo dichiarato dall’assessore Granelli sarà raggiunto e sarà quello di vietare l’uso delle auto.
    COMPLIMENTI, TUTTO QUESTO, OVVIAMENTE , A SPESE DEI MILANESI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.