Quartieri storici e nuovi ruoli.

Milano

A Lambrate, in questi ultimi anni pare che le si voglia dare una caratterizzazione ben precisa, quando non proprio forzata; la trasformazione da quartiere tranquillo residenziale e universitario a quartiere dello “sballo” anarchico/trasandato dove tutto è concesso, e dove l’amministrazione di zona e il comune di palazzo Marino, distanti ma compiaciuti, sembra tendano tutti i loro sforzi alla realizzazione di questo loro progetto: via libera quindi a piazze occupate da legioni di sbandati con i loro rav party oramai quotidiani, droga, bancarelle di abusivi ogni cinque metri, bande di Rom spadroneggianti, raduni senza regole ne igiene con omicidi inclusi al parco Lambro, e in ultima murales con immagini di morte.
Lambrate non è questa; dei vostri capricci chic, ne facciamo volentieri a meno, il quartiere ‘maledetto” da segnalare compiaciuti ai vostri amichetti del centro o ai prossimi turisti non riuscirete a realizzarlo.
Lambrate, con i suoi duemila anni di storia, è ancora qui, e vi vede.

Post di Claudio Amaro Siviero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.