Straordinari tagliati ai vigili, proteste sindacali trascurate. Caos incroci alla Stramilano

Fabrizio c'è Milano
Anche la bellissima Stramilano di ieri è  stata l’occasione per misurare l’inefficienza e lo scarso rispetto del Comune per i suoi cittadini.
La Stramilano si corre da 48 anni e ha sempre comportato qualche disagio per traffico e trasporti pubblici. Però con una buona organizzazione agli incroci e considerando il limitato traffico della Domenica mattina non ci sono mai stati grandi problemi.
Ieri invece il Comune non ha voluto utilizzare un numero di Vigili simili al passato, perché è  in corso una agitazione sindacale e il Comune non riesce a trovare agenti che facciano straordinari. L’assessore Scavuzzo poi ha previsto un taglio agli straordinari e quindi il Comune ha scientemente lasciato sguarnita la Stramilano. E questo ha comportato grande caos.
Molti incroci erano presidiati solo dal personale ASA, cioè ausiliari reclutati dagli organizzatori della corsa. Così, mancando l’esperienza e autorità dei ghisa, agli incroci é successo di tutto. Pedoni, auto e corridori si sono spesso confusi determinando situazioni di pericolo per l’incolumità. Proteste e diverbi non sono mancati.
Insomma anche una manifestazione che si teneva da 48 anni senza problemi ha scontato l’improvvisazione e la supponenza di chi governa Milano. Non hanno previsto la necessità di avere più vigili, continuano a eludere le richieste dei sindacati della Vigilanza Urbana, abbandonano i cittadini al loro destino.

1 thought on “Straordinari tagliati ai vigili, proteste sindacali trascurate. Caos incroci alla Stramilano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.