Milano ha un nuovo Piano di Governo del territorio: cosa cambia

Fabrizio c'è Milano
Il nuovo PGT è migliore del precedente ma è ancora un freno alla sviluppo di Milano e perciò abbiamo votato contro. Di buono c’è una maggiore libertà nei cambi di destinazione e il tentativo di riqualificare alcuni nodi di trasporto pubblico e piazze  attraverso la concessione di maggiori volumetrie.
Molte però le indicazioni sbagliate, frutto  della cultura vincolistica ancora presente nella sinistra
Siamo contrari alla prevista sanatoria di 4 moschee e a 3 nuove moschee senza alcuna  selezione dei promotori. Mancano veri incentivi per riqualificare i quartieri popolari e per migliorare la dotazione di verde e parcheggi privati.
È  un piano poco ambizioso per il futuro. Non si coglie la nuova vocazione di Milano perché mancano premialità per realizzare residenze e campus  universitari.
Non sono previsti parcheggi di corrispondenza, né aree logistiche in una città dove entrano 500.000 auto ma vi sono solo 15.000 posti nei parcheggi di interscambio.
Il PGT non osa immaginare uno spostamento di San Vittore per realizzare al suo posto un grande museo di Arte Contemporanea che manca a Milano. Silenzio pure sui nuovi ospedali e sul galoppatoio che potrebbe invece diventare un grande parco pubblico
Il piano delle Regole poi nella sua parte ambientale, con la scusa dell’ambiente aggiunge ulteriore burocrazia e certificazioni, impone requisiti antieconomici che rischiano di spingere all’immobilismo.
La vigile e costruttiva opposizione di Forza Italia ha però ottenuto importanti modifiche e mitigazioni dei risultati.
1 – E’ stato  riportato al 10% l’indice di permeabilità che se mantenuto all’iniziale 20% avrebbe reso antieconomica ogni trasformazione 2 – E stato eliminata la monetizzazione per gli interventi sotto i 250 mq (meno oneri da pagare per chi ristruttura) 3 – Si sono destinati i futuri proventi degli oneri di urbanizzazione a scuole e impianti sportivi, oggi letteralmente dimenticati dalla Giunta; 4 – Si è eliminata almeno la previsione della Moschea di Via Novara 5 – Si è rimandata alla fase di approvazione definitiva  la stesure di regole sulle prestazioni energetiche.
Ora fra un paio di mesi si apre il periodo di possibili osservazioni da parte di cittadini, operatori e comitati. Poi a Settembre, dopo le controdeduzioni della Giunta, la fase di approvazione definitiva del  nuovo PGT.
Speriamo di poterlo migliorare ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.