Assurdo ma vero: i comunisti ringraziati per le foibe

Politica

Chiamale se vuoi tristi ironie della storia, ma i comunisti sono riusciti a farsi ringraziare per le foibe. A spiegare il come e il perché Sergio Mattarella: “Nel Giorno del Ricordo, il
Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato al Presidente emerito Giorgio Napolitano che, come ieri è stato ricordato al Quirinale, ha tanto fatto per restituire alla
memoria nazionale quei tragici eventi. Il Presidente Mattarella ha voluto, nell’occasione, esprimere al Presidente emerito grande apprezzamento per la sua presidenza, verso cui va la doverosa riconoscenza degli Italiani”. Surreale? No, italiano. E testimonianza di quanto i comunisti siano ancora potentissimi nello Stato. Giorgio Napolitano era lo stesso che magnificava le invasioni comuniste attuate per sopprimere le rivolte contro i regimi comunisti (come meritoriamente ricordò Vittorio Feltri), ma per gli italiani è inscalfibile. Potente come la peggior eminenza grigia, forse potremo vedere sui giornaloni la sua vera storia quando sarà morto. Prima ovviamente ci saranno le celebrazioni solenni per un uomo che porta sulle coscienza più pesi di quanto possa sopportare una persona normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.