Bocciato emendamento FI per finanziare M5 a Monza. Ultime speranze riposte nella Lega

Fabrizio c'è Milano
Ieri mattina è stato bocciato in Commissione Bilancio alla Camera un emendamento del Sen. Andrea Mandelli (Forza Italia) alla Legge Finanziaria che assicurava il finanziamento al prolungamento della M5 a Monza. Ora l’unica possibilità è che il Governo inserisca nel maxiemendamento le risorse per l’opera.
Chiediamo alla Lega di impegnarsi affinché il Governo riconosca il valore strategico e prioritario dell’opera, come già fatto dagli amministratori locali e regionali leghisti.
Milano, Monza, Sesto e Cinisello versano allo Stato più di 32 miliardi di Irpef ogni anno:  è una vera ingiustizia che non si trovino 900 milioni anche su più anni  per la metro a Monza.
Finanziare la M5 subito è un atto di federalismo fiscale nei confronti di un territorio motore di lavoro e imprese in Italia e nel Nord.
Non si può pretendere che il Governo coi 5 stelle faccia provvedimenti per la crescita. Almeno però non azzoppi i territori che producono il gettito fiscale che mantiene in piedi il paese Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.