MM lascia gli inquilini al freddo, mentre Sala inaugura le luminarie

Fabrizio c'è Milano

Quanti manifesti per vantare il Piano Quartieri? Quanto si pavoneggia il Sindaco per i primati di Milano, manco fossero  merito suo e non dei milanesi?

Mentre Beppe Sala accendeva l’albero di Natale con Belen  in Galleria per 180 famiglie milanesi cominciava il solito calvario. Gli inquilini delle case popolari di Via Rizzoli 73/ 87 convivono da anni con un impianto di riscaldamento e acqua che si guasta a ripetizione. Hanno scritto decine di volte e telefonato centinaia di volte al gestore MM per lamentare la situazione. MM prende nota, dopo qualche giorno di freddo rattoppa l’impianto che poi si inceppa dopo qualche giorno o settimana.

Parliamo di un diritto di base degli inquilini: avere il riscaldamento e l’acqua calda. Peraltro sempre fatturate puntualmente da MM che negli ultimi tempi pretende attraverso un misterioso conguaglio di farsi pagare spese di 10 anni fa senza produrre giustificativi.

Bene, un comune che funziona dopo tanti anni di proteste avrebbe fatto tesoro delle segnalazioni dei cittadini e fatto un investimento nei propri immobili per comprare un nuovo impianto termico, magari anche meno inquinante. Invece siamo alle solite: si fanno propaganda con il Piano Quartieri, polemizzano con Trump sull’inquinamento globale, dilapidano milioni in piste ciclabili ed eventi in centro, e poi quando si affrontano i bisogni della periferia lasciano anziani e famiglie a sbattere contro il muro dei call center.

Così ai poveri inquilini di via Rizzoli non è rimasto che recarsi di persona in MM  a protestare. Già perchè nella MM dei manager strapagati e della comunicazione milionaria manco il call center funziona bene.

Fabrizio De Pasquale

Capogruppo di Forza Italia nel Consiglio Comunale di Milano.

2 thoughts on “MM lascia gli inquilini al freddo, mentre Sala inaugura le luminarie

  1. Aspettiamo solo che finisce il mandato….ed esce fuori anche questo sindaco di sinistra che anche lui sembra avere mille problemi meno quello VERO dei milanesi !…..fuori dalle scatole …io ex di sinistra mi avete stancato….avete solo aumentato gli ausiliari per le multe….e cambiato il capo dei vigili urbani…in peggio…il resto!….è meglio chiudere il discorso…avrei fatto pure io il sindaco così!….

  2. A mio parere questo è il peggior sindaco della storia meneghina. Assessori compresi. Tralasciando i suoi sostenitori ‘chic’, buonisti, della Milano ‘perbene’, oggettivamente questa città sta andando verso una direzione un po’ confusa. Da una parte la si vuole rendere moderna e ospitale, soprattutto per i turisti, e dall’altra c’è una incapacità di gestire il reale sociale del vivere dei cittadini di TUTTE le fasce di reddito. Questo sindacon è in grado solo di crearere tanta fuffa inutile, anche per quanto riguarda l’ecologia e l’inquinamento, che pare nascondere i reali problemi a colpi di scopetta sotto ad un tappeto. Prima o poi quella polvere che ci butta sotto salterà fuori. Ma magari non durante il suo mandato, perché sarà il prossimo sindaco a rimettere a posto le cavolate che sta facendo questo qui.
    Relativamente alle case del Comune non sta facendo nulla. Non è stata nemmeno aperta un’interrogazione in giunta su Comazzi (ora in Regione) e Anguissola e i loro rapporti con gli abusivi nelle case del Comune. Vergognoso poi: gli amici degli abusivi sono pure di FI.
    Piuttosto fa morire i milanesi dal freddo, nello schifo, la gente onesta e che paga si deve sorbire le angherie di certi soggetti che Sala e Rabaiotti lasciano indisturbati vivere a scrocco della collettività. Nonostante le circolari sugli sgomberi, se ne sbatte le balle.
    E in più se ne frega se la gente sta al freddo. Anzi no! S’interessa di farli respirare aria pulita quando mettono il naso fuori di casa bene, applicando ligio ligio i blocchi del traffico e inventandosi la prossima area B. Così gli inquilini delle case comunali sono invogliati ad uscire di casa e a non rompere le scatole se in casa fa freddo…. Perdendo così l’occasione nel rimettere mano alle caldaie, in quanto oramai sono vetuste ed inquinanti, tira dritto con il paraocchi come fanno i cavalli. Mi auguro che sia il primo e l’ultimo mandato di questo tizio e la sua ‘squadra’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.