Piazza Dergano e Angilberto: si dovevano consultare i residenti ma il Comune ha già deciso

Fabrizio c'è Milano
Nei mesi scorsi aveva destato molta curiosità l’annuncio di 2 progetti di urbanistica tattica. Poi in Piazza Angilberto e Piazza Dergano si è  visto un risultato deludente: qualche vaso e un po’ di disegni sull’asfalto e la solita solfa delle riqualificazioni:  eliminazione di parcheggi con creazione di isole pedonali e complicazioni al traffico in tutte le zone circostanti.
Tuttavia era stato promesso ai 2 Municipi che si sarebbe trattato di interventi temporanei, che si sarebbe potuto tornare indietro se non vi fosse stato gradimento dei residenti e dei rispettivi Municipi. E in effetti le proteste sono già state molte poiché si trattava di ambiti ove la priorità era eliminare il degrado e l’insicurezza, non le auto.
Ora abbiamo scoperto che la giunta ha già stanziato 10 milioni con l’assestamento 2018 per personalizzare definitivamente le 2 piazze e modificare la circolazione dei 2 quartieri. Si vuole così imporre forzatamente l’eliminazione di parcheggi  e danneggiare il piccolo commercio.
Si prendono in giro i cittadini che confidano nella partecipazione e nel decentramento, si trascurano i problemi reali di queste piazze e si dilapidano 10 milioni che potrebbero essere spesi più utilmente per le periferie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.