De Corato, subito militari su treni più a rischio

Lombardia

Militari in servizio sui treni delle tratte ferroviarie più a rischio in attesa dei nuovi agenti di polizia annunciati dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. A chiederlo è l’assessore lombardo alla Sicurezza, Riccardo De Corato, dopo la notizia dell’arresto di un  ventunenne di origine egiziana accusato di aver molestato unastudentessa a bordo di un treno partito da Albairate (Milano). “Dei 69 nuovi agenti annunciati dal ministro dell’Interno (per la provincia di Milano, ndr), alcuni verranno destinati al controllo della rete ferroviaria. Su queste linee andrebbero intanto utilizzati i militari, per evitare che episodi del genere possano ripetersi”, dichiara De Corato in una nota. “Regione Lombardia – spiega l’assessore – ha censito l’indice di pericolosità delle linee ferroviarie lombarde individuando le
seguenti come le più pericolose: oltre la linea S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), dove è avvenuto questo episodio di violenza, la linea S8 (Milano-Carnate-Lecco) e Valtellina, la linea S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano), la Mortara-Milano, la Voghera-Pavia-Milano (episodi del sabato sera), la Domodossola-Arona-Milano, la Milano-Carnate-Bergamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.